Raccontati in un libro di Sandro Bari gli anni del Folkstudio di Harold Bradley

È uscito un volume che racconta i primi anni del Folkstudio di Roma, locale di culto che ha segnato una parte importante della storia musicale italiana.
“Folkstudio 1961-1967. La fondazione” di Sandro Bari descrive però il periodo in cui il locale di via Garibaldi, fondato da Harold Bradley, muoveva i suoi primi passi, prima dell’avvento, alla fine degli anni Sessanta, di Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Rino Gaetano e della gestione di Giancarlo Cesaroni.
In questa creazione di Bradley, dal 1961 al ’67, sono nati e si sono esibiti centinaia di artisti, alcuni rimasti sconosciuti, altri diventati famosi. Alcuni si sono prestati a contribuire al libro con una loro memoria, a cominciare da Pippo Franco (che firma la prefazione) e dal jazzista Marcello Rosa.

Copertina” Folkstudio 1961-1967. La fondazione” di Sandro Bari

La presentazione del volume parla di “la storia di un luogo senza tempo, senza etichetta, senza discriminazione, dove quasi tutto era improvvisazione, creazione, ma anche entusiasmo e sentimento. Una tana fumosa di pubblico e artisti accomunati dalla passione per la musica tradizionale e popolare”.
Il libro (136 pagine, Euro 14) è pubblicato da EdiLet.

Commenta Via Facebook