Il festival dal 21 al 26 agosto nell’Alta Irpinia con Teho Teardo, Angelo Branduardi, Tarantolati di Tricarico, Goodfellas e molto altro

Preceduto da un’anteprima il 19 agosto, torna dal 21 al 26 agosto lo Sponz Fest, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela. Giunto alla sua sesta edizione, l’evento si svolgerà a Calitri e in cinque comuni limitrofi dell’Alta Irpinia. Tema e titolo di quest’anno: Salvagg’ – salvataggi dalla mansuetudine.
Vero momento clou dello Sponz Fest 2018 sarà la “Notte Selvaggia” del 25 agosto, durante la quale l’intero paese diventerà, dal tramonto all’alba, palcoscenico e, al tempo stesso, opera collettiva.
Ad aprire le cerimonie sarà lo stesso Vinicio Capossela in “La Cupa ‘nta la Cupa”. Concerto e rappresentazione nel luogo della leggenda da cui prendono il nome le canzoni della cupa, al loro atto finale, un concerto / rappresentazione unico in compagnia di Mimmo Borrelli, una delle voci più originali e profonde del teatro contemporaneo, che disegna il ciclo ideale delle canzoni della cupa.
Fra i primi nomi confermati di quest’anno A Hawk and A Hacksaw, duo americano affascinato dall’est Europa e dalla natura selvatica in concerto all’alba, Teho Teardo con Music for Wilder Man insieme al fotografo francese Charles Fréger, lo spagnolo Vurro, polistrumentista virtuoso, e il maestro Angelo Branduardi in un concerto speciale accompagnato da un ensemble di musica antica. A rendere omaggio all’indimenticabile Antonio Infantino, scomparso da pochi mesi, ci penseranno i suoi Tarantolati di Tricarico guidati da Ago Trans, al secolo Agostino Cortese, per tantissimi anni braccio destro del Maestro mentre dalla Sicilia arriva Alfio Antico, il tamburo più selvaggio della Trinacria, accompagnato al marranzano e all’armonica da Giuseppe Milici. Dal Cile arriva invece il Chinchinero, artista da strada che suona un tamburo da spalla al contrario. Il pianista e compositore Stefano Nanni dirigerà l’orchestra degli allievi del conservatorio di Avellino nel Requiem per animali immaginari. Inoltre, un grande tributo della band swing The Goodfellas a Louis Prima.
Il programma comprende molti altri eventi e ospiti, alcuni dei quali saranno annunciati prossimamente.

Commenta Via Facebook