Mike Shinoda, nel nuovo album racconta il percorso per uscire dal dolore della morte di Chester Bennington e pensa alla possibilità di tornare a fare musica con i Linkin Park…

Nel mese di luglio, sarà trascorso un anno dalla morte di Chester Bennington, frontman dei Linkin Park. Proprio in questo periodo, Mike Shinoda, amico e collega, ha parlato dell’uscita del suo nuovo album “Post Traumatic” e della possibilità di tornare a fare musica con la band. “Ritorneremo mai a fare qualcosa? Non ne ho idea. E’ una domanda da un milione di dollari.” ha raccontato.

E, sfortunatamente, come ho già detto in passato, non c’è ancora una risposta. Se qualcuno dovesse chiederci di suonare per esempio in Germania allora dovremmo letteralmente metterci insieme tutti lì a discutere con gli altri ragazzi e ci qualcuno che dirà ‘No, io nonn voglio assolutamente farlo’, qualcun altro invece ‘Beh, non so, forse’, altri ancora ‘Sì abbiamo decisamente bisogno di farlo’. Tutto questo rumore… non è qualcosa che posso affrontare in questo momento.

Parlando del nuovo album, Shinoda ha raccontato: “Il percorso parte da un punto oscuro e va verso una dimensione più luminosa. Non è un disco che vede tutto nero, c’è un anche un lato più leggero e umoristico. Sono fotografie di momenti: ogni giorno avevo sensazioni differenti, a volte opposte e non nell’ordine classico degli stadi dell’elaborazione del lutto. Ho cercato di catalogare un viaggio di cui non conoscevo l’evoluzione.

 

Commenta Via Facebook