Dopo tutte le conferme e smentite dei mesi scorsi, la Gibson sembra essere uscita dalla bufera con vendite in continuo aumento. Non sarà che l’amministratore si stia nascondendo dietro ad un debito di 500 milioni?

La Gibson Brand Inc., ancora nella bufera per i problemi finanziari che l’hanno coinvolta negli ultimi mesi, ha recentemente rilasciato una dichiarazione tramite l’amministratore delegato Henry Juszkiewicz. La storica azienda infatti, secondo quanto dichiarato nei mesi scorsi, avrebbe dichiarato istanza di fallimento, con un debito sulle spalle di circa 500 milioni di dollari. Anche per questo motivo, il cambio di rotta sarebbe stato inevitabile, a partire dallo stesso Juszkiewicz, il personale, e un nuovo volto ai loro prodotti.
Tuttavia, alla luce di queste nuove dichiarazioni, nulla sembrerebbe essere stato ufficializzato. Anzi.
L’amministratore della Gibson, si è difeso dalle accuse che vedevano l’azienda produrre merce di scarsa qualità: “Direi che sono notizie false. È facile per le persone scrivere bufale su Internet, ma chiunque sia nella media sa per certo che è facile diffondere notizie simili dalle quali è difficile difendersi“.

L’attuale qualità dei prodotti Gibson è migliore di quanto sia mai stata fino ad ora, anche se ciò non vuol dire che sia un’azienda perfetta, ma le nostre vendite stanno aumentando di continuo e stiamo crescendo molto più velocemente rispetto ai competitors del settore. Quindi, se facessimo davvero cianfrusaglie la gente non lo comprerebbe, specialmente sul prezzo che applichiamo” ha concluso. La reale situazione della compagnia resta quindi, almeno per il momento, un mistero.

Commenta Via Facebook