Dave Grohl, in una nuova intervista, ha parlato del suo passato coi Nirvana e delle sue prime esperienze come cantautore: paragonarsi a Kurt Cobain? Difficile, se non impossibile.

In una intervista alla CBS, il frontman dei Foo Fighters ha ripensato al suo passato coi Nirvana. Dave Grohl, ha ammesso di aver combattuto a lungo con la sua insicurezza, tale da avergli impedito di assumere il ruolo di autore all’interno della band.
Grohl, infatti, ha iniziato ad avventurarsi nel mondo del songwriting solamente dopo la fine dei Nirvana, con il primo album dei Foo Fighters in particolare.

Quano ho registrato quello che sarebbe diventato il primo disco dei Foo Fighters, nel 1995, non pensavo davvero fosse un disco. Volevo solo alzarmi, uscire e suonare qualcosa, anche se nessuno l’aveva mai sentito” ha raccontato “Molto prima di quel momento, avevo già registrato alcune canzoni per conto mio, ma non avevo mai permesso a nessuno di sentirle. Perchè, onestamente, non pensavo fossero buone. Non mi piaceva la mia voce e non credevo di essere un cantautore, d’altro canto, ero in una band con uno dei più grandi cantautori della nostra generazione.

 

Commenta Via Facebook