“Dietro ogni voce c’è un personaggio” ripercorre il decennio che va dalla fondazione del gruppo alla “Gatta Cenerentola”

È uscito, edito da Arcana, il volume “Dietro ogni voce c’è un personaggio – 1967-1977. La Nuova Compagnia di Canto Popolare e il decennio di Roberto De Simone”, scritto da Anita Pesce.
Il decennio che va dalla fondazione della NCCP, nel 1967, al debutto della “Gatta Cenerentola” al Festival dei Due Mondi di Spoleto, nel 1976, è segnato dalla presenza e dal progetto artistico di Roberto De Simone. Ed è proprio su questa fase del gruppo che si concentra lo studio di Anita Pesce, che vuole a evidenziare come e quanto le scelte del musicologo napoletano siano state innovative, se non addirittura rivoluzionarie. Nella riscoperta delle musiche folkloriche avvenuta in Italia nella seconda metà degli anni Sessanta, De Simone, anziché adagiarsi sul ricalco degli originali puntò sulla rielaborazione stilistica dei materiali, attualizzati grazie agli interpreti che componevano il gruppo musicale e che con lui sperimentarono e riproposero i repertori popolari campani.
Fra musica e teatro, fra storia e politica, fra cultura bassa e cultura alta, questo libro è una indagine sulla formazione di De Simone e sugli eventi che confluiranno a delineare le caratteristiche di uno dei più interessanti, originali e imitati fenomeni musicali italiani della seconda metà del XX secolo.

Commenta Via Facebook