Il 6 ottobre musica, mostre e stand allo storico dormitorio comunale di viale Ortles, con la direzione artistica di Smemoranda

Torna a Casa Jannacci, l’antico dormitorio comunale di viale Ortles 69 a Milano, lo spettacolo “esagerato” dedicato al grande artista milanese. Sabato 6 ottobre, infatti, la struttura a gestione pubblica per senza dimora più grande e antica d’Europa apre le porte alla città per un pomeriggio di festa.
Il programma della giornata, organizzata dal Comune di Milano grazie alla direzione artistica di Smemoranda, è molto vario e ampio.
Si parte alle 12 con un grande pranzo per oltre 500 persone a cui parteciperanno gli ospiti e gli amici artisti della Casa. Per iscriversi è necessario mandare una e-mail all’indirizzo iniziative.sociali@comune.milano.it entro il 5 ottobre.
Dalle 15 in poi si svilupperanno diverse attività culturali e ricreative. Si darà spazio alla musica con il concerto di Paolo Belli e Big Band, con l’intervento del coro Cor Unum di Casa Jannacci. Verrà allestito inoltre uno spazio espositivo dedicato a tre diverse mostre: “Homelessness”, con i ritratti degli ospiti di viale Ortles nella loro vita quotidiana; “Noi e gli altri” allestita dagli studenti della scuola primaria del plesso di via Vallarsa dell’istituto comprensivo Marcello Candia e il progetto “I colori ritrovati” nell’ambito del quale verranno esposti i lavori realizzati dagli ospiti del centro diurno di Casa Jannacci.
Un ampio spazio verrà dedicato alla lettura con la presentazione del libro “Una storia sbagliata” di Beppe Stoppa, che racconta la vita e il riscatto di uomini e donne passati da Casa Jannacci, e con la lettura ad alta voce per adulti e per bambini.
La attività di Casa Jannacci, per gli ospiti e aperte alla città, continuano tutto l’inverno con diverse iniziative a favore degli ospiti e dei cittadini del quartiere.

Commenta Via Facebook