Il 2 dicembre 1983 è una data storica per la musica pop: proprio quel giorni di 35 anni fa, infatti, MTV trasmetteva per la prima volta il video di “Thriller” di Michael Jackson.

La clip era qualcosa di rivoluzionario e mai visto prima, un piccolo film, che andava in contrasto con tutto ciò che era stato prodotto fino a quel momento. Dopo aver già fatto scalpore in precedenza con Billie Jean e Beat It, Michael Jackson rivoluzionò la produzione dei video musicali, legittimando questa nuova forma d’arte e passando alla storia come pioniere del genere.

“Thriller” è a tutti gli effetti un cortometraggio horror girato su pellicola 35mm, ispirato al film di John Landis del 1981, “Un lupo mannaro americano a Londra”, che Jackson aveva visto al cinema. Il video fu diretto dallo stesso Landis, che ne scrisse la sceneggiatura insieme al Re del Pop, e vede protagonisti lo stesso Jackson e l’allora coniglietta di Playboy Ola Ray, oltre che uno staff di grandi nomi, dal coreografo Michael Peters al make up artist Rick Baker.

Per realizzare il video di “Thriller”, Michael Jackson incontrò la resistenza della Epic Records, la sua casa discografica, che non vedeva il senso di un video tanto costoso per il settimo singolo estratto, ma dovette ricredersi poco tempo dopo. Con l’uscita della clip, infatti, l’album balzò nuovamente in vetta alle classifiche, e fu prodotto anche un Making of che ebbe altrettanto successo. Il cortometraggio vinse tre MTV Awards, due AMA e un Grammy.

Ecco la versione integrale del video, da 13 minuti.

Commenta Via Facebook