Spendereste 60.000 dollari per un vinile?

Si sa che le passioni vanno assecondate e quando si tratta di dischi, magari antichi, sì proprio quei 78 giri che abbiamo ammirato magari solo una volta in un mercatino vintage, ogni collezionista o amatore ha pensato di fare qualche follia economica. Cosa ci attragga nel voler possedere un vinile antico, che probabilmente non ascolteremo mai per il rischio di rovinarlo, è un mistero quasi insondabile; è però certo che se decidessimo di passare ai “fatti”, entreremmo in un mondo dove ogni dettaglio viene studiato e ponderato, dove l’improvvisazione lascia il passo alla cautela, visto il tipo d’investimento a cui dovremmo far fronte.

Per chi si fosse avvicinato da poco al mondo del vinile sembra irreale che certe rarità possano valere tanto, ma il primo segnale arriva dalla scarsità di copie esistenti  di un disco magari non per forza di grande successo ai tempi della pubblicazione.

Lo sa bene Joe Bussard, collezionista americano a cui è stato persino dedicato un documentario “Desperate Man Blues”: pare che fra i suoi 25000 78 giri ve ne sia uno in particolare il cui valore dovrebbe variare fra i 30 e i 60.000 dollari! Stiamo parlando di un’incisione del 1927, dell’effimera etichetta Black Patti; i musicisti sono Harvey Hull (voce) e Long ‘Cleve’ Reed (voce e chitarra) e i brani si intitolano “Mama You Don’t Know How” (lato A) e “Original Stack O’ Lee Blues” (lato B). Pare sia l’unica copia oggi esistente.

E se convincere Mr. Bussard a cederlo fosse difficile? Gli investitori attenti potrebbero rivolgersi a un grande classico: i Beatles. Le 6-10 copie esistenti di una demo in 45 giri del 1964 di “Ask Me Why” (lato A) – “Anna” (lato B) pare siano state quotate dalla Price Guide for the Beatles American Records circa 24.000 dollari.

Non vi piacciono il country blues e nemmeno i “Fab Four”? Potete sempre passare a tutt’altro genere scegliendo un’edizione del 1977 dei Sex Pistols, con incisi “God Save the Queen” (lato A) e “No Feeling” (lato B). Valore? Circa 20.000 dollari per ognuno delle dodici copie esistenti. A voi la scelta!

 

Commenta Via Facebook