Era nato nello stato del Mississippi il 16 settembre del 1925

Tra le figure più leggendarie della musica americana del XX secolo, B.B. King era nato come Riley B. King il 25 settembre del 1925 a Itta Bena, nello stato del Mississippi; chitarrista, cantante, autore e produttore, era soprannominato “The King of the Blues”, e introdusse uno stile di chitarra solista con un uso estensivo di bending e vibrato che ha influenzato moltissimi musicisti, in primis Eric Clapton.

Instancabile stacanovista della musica, era perennemente in tour e durante gli anni 70 aveva una media di 200 concerti all’anno.

Una chitarra leggendaria: Lucille

Il nome di B.B. King è indelebilmente associato alla sua chitarra, “Lucille”: una Gibson ES-355. La leggenda vuole che durante un concerto a Twist, nello stato dell’Arkansas, scoppiò una rissa tra due uomini causata da una donna, provocando un incendio; il chitarrista lasciò il locale ma vi rientrò per recuperare la chitarra, e scoperto che il nome della donna che aveva provocato la rissa era Lucille chiamò così il suo strumento: come memorandum per non litigare a causa di donne e non entrare in edifici che stanno bruciando!

 

La carriera di B.B. King è stata lughissima e ricca di successi: ha vinto 15 Grammy Award e ha pubblicato 75 successi (!) nella classifica dei singoli R&B tra il 1951 and 1992. Il suo cantante preferito era  Frank Sinatra, e ha spesso dichiarato che andava a dormire ascoltando “In the Wee Small Hours” del grande crooner americano.

Questo il nostro greatest hits ideale del grande musicista:

1) The Thrill is Gone

2) Everyday I Have the Blues

3) Three O’ Clock Blues

4) Sweet Sixteen

5) Lucille

6) Rock Me Baby

7) Let the Good Times Roll

8) How Blue Can You Get?

9) Ridin’ With the King

10) Paying the Cost To Be the Boss

 

Commenta Via Facebook