L’ex degli Smashing Pumpkins, D’arcy Wretzky, spiega una volta per tutte perchè non prenderà parte alla reunion, e accusa Billy Corgan di essere un “manipolatore”

La tanto attesa reunion degli Smashing Pumpkins è sempre più vicina: la band si appresta non solo ad intraprendere un nuovo tour, ma anche a lanciare un nuovo disco. Tuttavia, come già vi abbiamo raccontato nelle scorse settimane, non si tratterà di una vera e propria reunion, in quanto non sarà presente la storica bassista D’arcy Wretzky.

Secondo le ultime indiscrezioni, il rapporto fra la bassista e il frontman Billy Corgan sembra essere ai ferri corti: D’arcy Wretzky ha accusato il leader del gruppo di aver manipolato la sua proposta a prendere parte alla reunion. D’altro canto, Corgan si sarebbe giustificato dicendo che non si sarebbe trattato di una vera e propria offerta. Inoltre, tutta la band sarebbe stata contraria all’apparizione della Wretzky durante il tour.

La faccenda, dunque, si fa più spinosa e sembra non ci sia proprio modo di giungere ad un compromesso.  D’arcy Wretzky ha successivamente dichiarato in merito a queste ultime indiscrezioni: “Billy dovrebbe vergognarsi. E le persone dovrebbero stancarsi di essere manipolate da lui. La sua nave continua ad affondare, ogni volta che lui cerca di salvarla. Ho abbandonato questa nave nel 1999, proprio perchè sapevo che stava sprofondando.

 

Commenta Via Facebook