Conosciamo il talento di Robert Plant ad accampare scuse: così, ammette che nel corso degli anni potrebbe aver finto qualche “calo di voce” per andare allo stadio

Persino uno dei cantanti più famosi di tutti i tempi non è riuscito a resistere al fascino del calcio. Il cantante dei Led Zeppelin, Robert Plant, “potrebbe” aver finto qualche calo di voce nel corso degli anni, per non perdersi una partita del club inglese dei Wolverhampton, di cui (fra l’altro) è presidente onorario.
Tutti sanno che io impazzisco per i Wolverhampton. Beh, in passato ci sono stati momenti in cui la squadra andava particolarmente bene ed io ero distante. Erano gli attimi in cui mi chiedevo: ‘perché sono in tour?’” ha confessato Plant “E così poteva capitare che, casualmente, avessi dei fortissimi cali di voce, in concomitanza con le partite più importanti. Ovviamente, la mia voce guariva miracolosamente il giorno dopo. Si trattava di avere il tempo di andare a casa, vedere la partita e ripartire in tournèe.

Così, il leader degli Zeppelin ha confessato di aver preferito il tifo allo stadio, ad alcuni concerti insieme alla band. Insomma, questa potrebbe benissimo andare ad aggiungersi alla infinite scuse di Plant accampate negli anni, sai di cosa stiamo parlando, vero? Se vuoi rinfrescarti la memoria clicca qui.

 

Commenta Via Facebook