Nick Mason parla delle divergenze tra i Pink Floyd

Nick Mason torna a far parlare dei Pink Floyd, mettendo sotto i riflettori la lunga disputa tra Roger Waters e David Gilmour. In una intervista a Rolling Stone ha confessato di voler mettere da parte le loro divergenze prima che sia troppo tardi.

Dal punto di vista dell’ex batterista dei Pink Floyd, Waters non rispetterebbe abbastanza Gilmour, pensando che la scrittura sia tutto rispetto al resto. David Gilmour, da parte sua, sarebbe poi rimasto decisamente infastidito dal comportamento di Roger Waters, quando il chitarrista decise di andarsene dalla band a metà degli anni 80. “Penso che a Roger continui a provare rancore per aver pensato che senza di lui la band si sarebbe piegata” ha detto Mason. “È un’irritazione costante, davvero, e lui torna sempre indietro a quel momento. Io sono riluttante a rimanere troppo bloccato su questa cosa, solo perché riguarda loro due e non me. Io vado d’accordo con entrambi, penso che sia davvero deludente che questi signori piuttosto anziani siano ancora ai ferri corti”.

Nei giorni scorsi Mason aveva dichiarato che potrebbe esserci una possibilità che Roger Waters lo raggiunga sul palco per uno dei prossimi concerti del suo nuovo gruppo, i Saucerful of Secrets, cover band dei Pink Floyd concentrata sul repertorio dei primi anni della formazione, prima di The Dark Side of the Moon.
Con Waters, Mason ha anche presentato la mostra definitiva sul gruppo britannico, “Their Mortal Remains”, curata direttamente dai Pink Floyd.

Il batterista quindi non si arrende: “Vivo nella speranza. Voglio dire, non penso che andremo di nuovo in tour come Pink Floyd. Ma sembrerebbe stupido in questa fase della nostra vita continuare a farsi la guerra”.

Commenta Via Facebook

You May Also Like