Bob Dylan: cofanetti e collezioni

bob dylan

Per un artista come Bob Dylan, titolare di una discografia sterminata, esiste una grande quantità di antologie retrospettive, pubblicazioni di archivio e materiale inedito o raro.

Abbiamo selezionato le pubblicazioni più importanti, escludendo ovviamente quelle non ufficiali.

BIOGRAPH (1985)

È la prima operazione d’archivio che la Columbia opera sul repertorio di Bob Dylan. 5 Lp o 3 Cd con una grande quantità di inediti o rarità, ben 21 su 53 brani. Su BIOGRAPH trovano posto outtake di gran parte degli album del cantautore americano, registrazioni live inedite e brani pubblicati su singolo e mai più riproposte. Oggi, questa fondamentale raccolta è superata da altre pubblicazioni ma rimane un primo, importante assaggio della ricchezza degli archivi dylaniani.

THE ORIGINAL MONO RECORDINGS (2010)

Come era già accaduto per i Beatles, anche gli album di Dylan vengono pubblicati in edizione monofonica, almeno quelli che in origine furono pubblicati anche in questa veste. Sono otto gli album inclusi in questa elegantissima confezione, di cui uno, BLONDE ON BLONDE, doppio, per un totale di nove dischi. Come al solito, molto completo e dettagliato il libretto che accompagna i dischi e fantastico il lavoro di remastering effettuato partendo dai master originali. Per la prima volta, un grandissimo numero di appassionati può ascoltare i primi dischi di Dylan come quasi tutti li ascoltarono all’epoca della loro pubblicazione.

THE 50th ANNIVERSARY COLLECTION: THE COPYRIGHT EXTENSION COLLECTION VOL. 1 (2012)

Una stranissima pubblicazione della Columbia che distribuisce solo 100 cofanetti in Europa al fine di evitare che, per alcune note falle legislative, il materiale inedito di un artista diventi di pubblico utilizzo trascorsi 50 anni dalla registrazione. In quattro Cd, troviamo una grande quantità di outtake tratte dalle session di THE FREEWHEELIN – praticamente, i primi due dischi nella loro interezza. Materiale interessante anche nei restanti due Cd: registrazioni casalinghe e prove live, al Gaslight e alla Carnegie Hall ad esempio. Quasi impossibile da trovare nell’edizione originale, è un’aggiunta fondamentale alla discografia di Dylan, anche se è probabile che questo materiale venga presto fatto oggetto di altre pubblicazioni della Columbia.

THE COMPLETE ALBUM COLLECTION VOL. ONE (2013)

Immaginate di aprire questo cofanetto e di trovarvi tutta la discografia di Bob Dylan: tutti gli album registrati in studio e dal vivo tra il 1962 e il 2013. 47 Cd rimasterizzati (alcuni – ben 14 – appositamente per questa retrospettiva), racchiusi in eleganti confezioni digipack. Ma ci trovate anche un libretto dettagliato con un’infinità di dati. Due dei 47 dischi formano una raccolta chiamata SIDE TRACKS: è una raccolta di brani non inclusi negli album ufficiali ma sparsi su singoli, miscellanee e antologie precedentemente pubblicate. Certo, come spesso accade in questi casi, si è persa l’occasione di rendere definitiva l’operazione: mancano infatti una dozzina di brani di Dylan, regolarmente pubblicati ma mai inclusi negli album ufficiali, per considerare davvero completa questa raccolta. Ne è stata annunciata una seconda parte e quindi è possibile che le rarità mancanti finalmente saltino fuori. In ogni caso, questa è una raccolta di capolavori straordinaria. Oltre alla versione in Cd, la Columbia ne ha distribuito anche una digitale con una chiavetta USB a forma di armonica, con tutto il materiale in Mp3 e in formato a più alta definizione Flac.

THE 50th ANNIVERSARY COLLECTION 1963 (2013)

Seconda pubblicazione dei Copyright Extension, predisposta dalla Columbia per scongiurare il decadimento di determinati copyright in Europa. Questa volta, la raccolta si occupa del 1963 in 6 Lp distribuiti in sole 100 copie. Sono relativamente poche le outtake e le versioni alternative di brani registrati in studio, visto che la raccolta riguarda prevalentemente registrazioni live e materiale proveniente da apparizioni televisive. Anche in questo caso procurarsi un originale sembrerebbe impresa impossibile, ma prevediamo prima o poi un utilizzo più accessibile di questo materiale.

THE 50th ANNIVERSARY COLLECTION 1964 (2014)

Ultimo appuntamento con le Copyright Collection – i periodi seguenti sono stati inclusi nella Bootleg Series, tranne un’appendice per i concerti del 1965, resi disponibili in download per chi acquistava la monumentale (18 Cd) Collector’s Edition del volume 12 della Bootleg Series. Stavolta, sono ben nove gli Lp inclusi in questo box distribuito sempre in edizione strettamente limitata. La parte del leone la fanno ancora tutta una serie di registrazioni live, ma ci sono quasi tre facciate dedicate ad alcune session a casa di Eric Von Schmidt nel maggio del 1964 e un intero disco, il quinto, dedicato a una seduta di ANOTHER SIDE OF BOB DYLAN, quella del 9 giugno 1964.

THE 1966 LIVE RECORDINGS (2016)

Progettato con le stesse finalità della Copyright Collection, questo mastodontico box di 36 Cd contiene tutte le registrazioni conosciute relative al tour mondiale di Dylan del 1966: ci sono registrazioni fatte dal mixer, realizzate dal pubblico con tutti i limiti che si possono immaginare per il 1966, abbinate a quelle professionali fatte dalla Columbia in vista di una possibile pubblicazione ufficiale. Fa un certo effetto ascoltare le esibizioni di Dylan in concerto senza il minimo applauso (quando sono prese dal mixer), come commuove ascoltare le incertissime registrazioni effettuate da qualche audace spettatore di Pittsburgh (6 febbraio 1966) o Stoccolma (29 aprile) con mezzi di fortuna. Pur con tutti i limiti di pesantezza di ascolto che un’operazione del genere può avere (pensate solo all’inevitabile ripetizione delle scalette), questo box documenta in maniera completa uno dei tour più importanti della storia. Quello in cui Dylan cambiò per sempre la musica americana.

L’articolo completo, a cura di Michele Neri è sulla Monografia dedicata a Bob Dylan, disponibile qui.

Commenta Via Facebook

You May Also Like