Spotify contro l’aumento di royalties agli autori

Spotify, causa, autori, Stone Music, www.stonemusic.it

La compagnia di streaming reagisce all’iniziativa della CRB

La Copyright Royalty Board (CRB)  ha stabilito negli Stati Uniti di aumentare i compensi agli artisti per lo streaming del 44%. La compagnia svedese Spotify ha deciso così di muovere una obiezione legale contro il nuovo regolamento;  numerose le reazioni degli artisti, come Irving Azoff (che ha twittato  “Apple understands they’re in the artist business. Clearly, Google, Pandora, Spotify and Amazon don’t.” – Apple è l’unica grande compagnia che ha accettato i termini della CRB). Anche Justin Tranter (autore per Ariana Grande, Fall Out Boy, Justin Bieber, 5 Seconds Of Summer e Gwen Stefani) ha scritto “[Without] songs these tech companies have nothing to stream/sell. Shameful.”.

La battaglia è solo all’inizio, ma il risparmio delle royalties sarà compensato dall’inevitabile danno di immagine?

Commenta Via Facebook

You May Also Like