Stamparsi i vinili in casa? Si può!

La tedesca Vinylrecorder T-560 lo consente

Fritz e Ulrich Sourisseau sono due signori tedeschi che producono già da qualche anno una meraviglia tecnologica che corrisponde al nome di Vinylrecorder T-560, che sin dalle sue prime apparizioni è divenuta immediatamente un oggetto di culto. A che cosa serve? Se fate musica o se volete un ritorno al futuro per i vostri mp3, questa macchina consente di registrare a 33, 45 ed anche 78 giri, su supporti di varia dimensione: 7″, 8’’, 10″ e 12″.


Il costo iniziale di 3.200 euro potrebbe scoraggiare forse, così come il sito internet un po’ datato nel suo stile, ma i pochi fronzoli potrebbero invece far pensare a una serietà operativa, affiancata da una serie incredibile di spiegazioni tecniche, su tutti i dubbi che sorgessero a chi volesse davvero provarci.

Un’infinità di accessori, infine, dà la possibilità di far raggiungere a un livello decisamente professionale le nostre intenzioni amatoriali.

Fritz e Ulrich sottolineano con entusiasmo che il loro dispositivo incide la musica su veri e propri dischi in vinile, non “doppiaggi” in acetato, che tendono a deteriorarsi in termini di qualità con l’uso. Provare per credere!

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like