Se possedeste questi vinili, sareste (forse) felici!

Vinili, rari, Stone Music, Vinile, Beatles, Paul McCartney, Velvet Underground

Sognare non costa nulla. Collezionare…

Non siete riusciti a convincere Mr. Joe Bussard a cedervi l’unica copia del suo 78 giri “Mama You Don’t Know How“? Non avete trovato la versione originale di “The Freewheelin’ Bob Dylan” o il “White Album” dei Beatles? Nessun problema! La ricerca può continuare attraverso i prossimi suggerimenti!

“Toda la vida es sueño, y los sueños, sueños son” (“La vita intera è un sogno e i sogni, sono solo sogni”) diceva Pedro Calderón de la Barca e allora perché non sognare di arricchire la propria collezione di vinili con piccoli capolavori introvabili…


Possiamo iniziare con una delle, pare, solo due copie esistenti del brano del 1965 “Do I Love You (Indeed I Do)” del cantante soul Frank Wilson, che sembra sia stata venduta in Inghilterra per oltre 25.000 sterline.

Per possedere il 78 giri originale di “That’ll Be the Day y In Spite of All the Danger”, in cui un giovanissimo John Lennon suona con i The Quarrymen (tra cui Paul McCartney) dovreste proprio organizzare un furto a casa di quest’ultimo! A meno che non siate stati fra i 50 fortunati ospiti di una festa di Natale a casa McCartney durante la quale il bassista dei Beatles regalò una copia del capolavoro introvabile. Pare che ognuna di esse valga oggi ancora oltre 10.000 dollari.


Andy Warhol pagò con un proprio dipinto l’ingegnere del suono Norman Dolph, che effettuò le registrazioni di un gruppo di cui allora era il manager: parliamo dei Velvet Underground e del loro primo album “The Velvet Underground & Nico”, pubblicato nel 1967 dalla Verve Records. Giudicato dalla rivista Uncut “il più grande album di debutto di tutti i tempi”, pare che l’unica copia esistente della prima incisione sia stata venduta su eBay per oltre 25.000 dollari.

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like