Oggi nel Rock: Hotel California al n. 1!

Eagles, Hotel California, Oggi nel Rock, Classic Rock, Stone Music,

Il 7 maggio 1977 il classico singolo degli Eagles arrivava al primo posto della Top 100

Scritta da Don Felder, Glenn Frey e Don Henley, “Hotel California” secondo Henley era una metafora degli eccessi della cultura americana, ma anche una descrizione del difficile bilanciamento tra arte e commercio.

“Hotel California” vinse il Grammy Award per il disco dell’anno del 1977, che la band non ritirò (Timothy B. Schmit dichiarò in seguito che la band guardò la cerimonia alla tv mentre stava provando).

La canzone era stata originariamente scritta da Don Felder in spiaggia con una chitarra, e poi completata insieme a Glenn Frey e Don Henley (che scrisse il testo); la frase “They stab it with their steely knives but they just can’t kill the beast” è un simpatico omaggio agli Steely Dan: gli Eagles e il gruppo di Donald Fagen avenvano lo stesso manager (Irving Azoff)  e nel 1976 gli Steely Dan avevano usato queste parole nel brano “Everything You Did”: “Turn up the Eagles, the neighbors are listening”.

La canzone infranse tutte le regole delle radio americane

La progressione degli accordi di “Hotel California è molto simile a quella di “We Used to Know” dell’album “Stand Up” dei Jethro Tull: spesso Ian Anderson ha scherzosamente dichiarato che sta ancora aspettando i diritti d’autore!

Il successo del brano è ancora più straordinario se si pensa che le regole delle radio americane negli anni 70 nella scelta dei brani erano: canzoni di lunghezza tra 3′ e 3′ e 30”, genere dance, rock, o ballad,  una introduzione al massimo di 30 secondi; “Hotel California” dura 6′ e 30”, l’introduzione è lunga un minuto, non si può ballare, la batteria si ferma a metà e il tutto si conclude con un assolo di chitarra di due minuti!

 

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like