La paura e l’amore: tre domande ai Sick Tamburo

Sick Tamburo, intervista, Eugenio Mirti, Gian Maria Accusani, Paura e l'amore, Stone Music, Popular

Si intitola “Paura e l’amore” il nuovo album dei Sick Tamburo: abbiamo intervistato Gian Maria Accusani

Nati dall’esperienza Prozac +, i Sick Tamburo sono uno dei gruppi alternative rock più interessanti del panorama italiano: testi concisi, ritmi incalzanti e un’affascinante attitudine punk. A due anni dal precedente lavoro “Un giorno nuovo”, è uscito “Paura e l’amore” che, nell’unione simbolica di due sentimenti opposti, ne sviscera l’intrinseca connessione.

Paura e Amore sembrano due emozioni distanti: perchè questo titolo?
Sembrano antitetiche ma in realtà in qualche modo sono l’una il rovescio della medaglia dell’altra. La paura ce la portiamo dietro sin dall’uscita dall’utero, il distacco dalla madre crea già dal primo momento paura e disagio. Impariamo però anche subito che l’amore la può contrastare.

Il disco racconta proprio come condizioni di disagio possano essere superate o minimizzate molto con quest’arma incredibile che è l’amore. Credo anche che in questo momento storico la paura sia aumentata in maniera esponenziale, siamo circondati dal terrore, è brutto dirlo ma è la verità. Tutto questo è anche una esperienza personale: c’è stata una sorta di consapevolezza, un momento in cui questo meccanismo te lo senti dentro e ti rendi conto forse per la prima volta che è così e che è il momento giusto di raccontarlo.

Giunti al quinto album l’esperienza musicale diventa routine o rimane un momento di magia?
Naturalmente tutto diventa routine, il meccanismo si ripete: scrivi un disco, lo registri lo promuovi e lo suoni live. Chiaramente è una bellissima routine, ma rimane preponderante il fatto che c’è una magia, scrivere musica è veramente una magia che inoltre dà origine ad altre magie che sono suonarla, registrarla, proporla ad altri: non c’è nulla di più meraviglioso della musica!

Nella scrittura dei brani non c’è mai routine, negli anni ho scritto le mie canzoni nei modi più disparati, in genere con una chitarra in mano; altre volte mi vengono in mente delle idee di testo sul quale aggiungo melodie e armonie. Ho sempre scritto con una chitarra, ma senza regola! Il bello dei Sick Tamburo è anche che siamo un collettivo molto aperto, che dal vivo varia da cinque a otto elementi, e anche questo spezza molto quell’eventuale piccola routine che si potrebbe creare.

 

Se avessi una bacchetta magica quale sogno esaudiresti?
Il sogno vero è che fintanto c’è la voglia di fare musica ci sia la possibilità di farlo
: questo è un augurio che mi faccio e faccio a tutti i musicisti e a tutti coloro che si occupano di musica.

 

Le prime date del tour estivo:

15-06-19 Vittorio Veneto (TV) – Cave Sonore (ore 21:00, ingresso gratuito)

21-06-19 Bergamo – Baleno Festival (ore 21.00, ingresso gratuito)

22-06-19 Darfo Boario Terme (BS) – Solstizio D’Erbanno (ore 21:00, ingresso gratuito)

23-06-19 Monfalcone (GO) – Music Celebration Festival (ore 21:00, ingresso gratuito)

28-06-19 Roma – IFest (ore 22:00, ingresso a sottoscrizione)

19-07-19 Vialfrè (TO) – La Tempesta nel Bosco c/o Apolide Festival (ingresso 20 euro + d.p.)

20-07-19 Piateda (SO) – Rock and Rodes (ore 21:00; ingresso gratuito)

27-07-19 Canelli (AT) – Rumori dal Cortile (ore 21:00; ingresso gratuito)

09-08-19 Borghetto di San Martino di Lupari (PD) – Summer Crock Festival (ore 21:00; ingresso gratuito)

23-08-19 Pordenone – Festa In Piassa (ore 21:00; ingresso gratuito)

Commenta Via Facebook

You May Also Like