THE WALL dei Pink Floyd: le edizioni in vinile più ricercate

THE WALL dei Pink Flyd è uno dei dischi più venduti della storia, ma conoscevate anche queste edizioni speciali e introvabili?

 

  1. Canada
    Columbia Records. PC2 36183 K9
    Edizione in copia unica su vinile rosso cremisi del 1979. Lo stampatore, che operava nella fabbrica di vinile canadese di Don Mills (Ontario), ha realizzato per uso privato le edizioni di una manciata dei suoi artisti preferiti, tra cui gli Iron Maiden, tutte in edizione colorata. Il disco ha generica copertina promozionale neutra con un foro al centro.
  2. Israele
    CBS Records. CBS 88485
    Ogni disco ha colorazione giallo-beige scuro divisa in quattro spicchi alternati. La divisione tra i co-lori non è netta e la sovrapposizione diventa una tinta ibrida. Sembra siano state prodotte al massi-mo cinque copie per uso privato dallo stampatore.Esistono altri vinili israeliani colorati e limitati, comeTHE GAME dei Queen.
  3. Colobia
    CBS Records. C2L-12
    Tiratura limitata del 1982, dove il primo vinile è blu e il secondo nero. La copertina, apribile e laminata, è differente rispetto a quella ufficiale; mostra i disegni di Scarfe sul davanti, mentre in alto a sinistra riporta il titolo rosa-fucsia.
  4. Italia
    EMI-Harvest Records. 3C 164-63410/11
    Edizione limitata in vinile arancione, realizzata in Italia per uso promozionale. La copertina è quella classica del mercato italiano. Il doppio 33 giri, stampato negli stabilimenti di Caronno Pertusella (VA), è stato distribuito agli addetti ai lavori nel corso di una conferenza stampa della EMI Italiana aRoma, per promuovere sia THE WALL che L’ERADEL CINGHIALE BIANCO di Franco Battiato. Era una iniziativa fuori mercato, che non ave-va la formale autorizzazione della EMI inglese o della band. All’interno della cover viene riportato il numero progressivo, realizzato con un timbro poco prima dell’inizio della conferenza stampa. La tiratura del disco è tra 350e 400 esemplari, alcuni senza numero. Nella conferenza stampa fu distribuito un ciclostile, prodotto dalla EMIItalia, di cinque pagine con la biografia della band e il commento sull’album.
  5. Argentina
    Columbia Records. 120.050/51
    Questa prima versione (1981) fu censurata dal regime militare argentino, che escluse alcuni brani del disco, più corto di circa dieci minuti rispetto all’edizione ufficiale. Mancano Another Brick In The Wall (Part 2),The Happies Days In Our Life e Mother. Sul lato uno, che era notevolmente più corto, viene spostato il brano di apertura del lato due, Goodbye Blue Sky. La terza facciata contiene una versione accorciata di Comfortably Numb. Le canzoni tagliate furono aggiunte nelle edizioni successive. Il disco è di difficile reperibilità; a causa dell’assenza del brano commercialmente più appetibile, Another Brick In The Wall (Part 2), i negozianti non lo vendevano e venne ritirato dai distributori, in aperta polemica col governo.

Commenta Via Facebook

You May Also Like