Woodstock 50 non s’ha da fare

Ancora problemi per Woodstock 50: ecco perché i permessi continuano a essere negati

Arrivato anche il quarto rifiuto, prima dall’autodromo di Watkins Glen, situato vicino all’omonimo paese, nello Stato di New York e ora anche il secondo da Vernon Downs, una pista di corse di cavalli situata nella città di Vernon, nel centro di New York.

A meno di un mese dalla (ormai presunta) data di svolgimento del festival celebrativo Woodstock 50, organizzata dal promoter del Woodstock originale del 1969, Michael Lang, non si sa ancora il luogo dove si terrà la manifestazione. Sembra infatti che più che di logistica, i problemi siano di sicurezza, come ha spiegato al Poughkeepsie Journal Reay Walker, responsabile di seguire la procedura: :

I piani di sicurezza presentati per Woodstock 50 non offrono alcuna garanzia sull’accuratezza o completezza delle informazioni contenute. Questa mancata assunzione di responsabilità rende inutile il piano. Lo scopo di un piano di sicurezza pubblica, specie se presentato agli uffici comunali competenti, è di fare una dichiarazione all’autorità che certifichi la bontà e l’accuratezza dello stesso.

Anche se sembra ormai tutto perduto, vi segnaliamo di seguito la line-up di Woodstock 50:

16 agosto: The Killers, Miley Cyrus, Santana, The Lumineers, The Raconteurs, Robert Plant, John Fogerty, Nathaniel Rateliff and the Night Sweats, Run the Jewels, The Head and the Heart, Maggie Rogers, Michael Franti & Spearhead, Anderson East, Princess Nokia e John Sebastian.

Il 17 agosto: Dead and Company, Chance the Rapper, Black Keys, Sturgill Simpson, Greta Van Fleet, Portugal. The Man, Leon Bridges, Gary Clark Jr., Edward Sharpe & The Magnetic Zeroes, Dawes, Margo Price, Country Joe, Rival Sons, Emily King, Soccer Mommy, Taylor Bennett.

18 agosto: Jay-Z, Imagine Dragons, Halsey, Cage The Elephant, Brandi Carlile, Janelle Monae, Young The Giant, Courtney Barnett, Common, Vince Staples, Judah and the Lion, Earl Sweatshirt, Boygenius, the Zombies, Canned Heat, Hot Tuna, Pussy Riot e Cherry Glazerr.

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like