Radio Luna: la prima radio sexy italiana

Nel 1975, il romano Sergo Talia inventa Radio Luna, la prima e unica sexy radio italiana con Ilona Staller

Secondo la leggenda, Talia l’aveva conosciuta in un’osteria di Trastevere e aveva deciso di affidarle due ore di trasmissione, dalla mezzanotte alle due: maliziosamente intitolato Voulez vous coucher avec moi?, il programma punta sulla vocina e sull’improbabile italiano della Staller, dando ampio spazio alle bollenti telefonate in diretta dei cicciolini e delle ciccioline (come vengono definiti i suoi ascoltatori).

Conosciuta fino a quel momento per la buona programmazione musicale e per i suoi conduttori (Marta Flavi, Gianni Elsner, Foxy John, la firma di «Ciao 2001» Fiorella Gentile e la futura star della consolle Claudio Coccoluto), Radio Luna esplode insomma grazie alle luci rosse e diventa un vero e proprio fenomeno di costume. Come ricorderà la Staller (prontamente ribattezzata Cicciolina e avviata a una fortunata carriera di pornostar):

nessuno degli ascoltatori mi aveva mai vista. Nessuno conosceva il mio aspetto fisico e la loro fantasia viaggiava, erano innamorati di me, delle mie parole, della mia gran voglia di amare e di vivere

I media, prevedibilmente, ci si buttano a pesce: apre le danze un articolo sulla prima pagina del quotidiano «la Repubblica», poi Enzo Biagi sdogana la conduttrice invitandola nel suo programma tv Proibito, mentre il settimanale «L’Europeo» mostra agli italiani le sue foto senza veli. Sesso o non sesso, le radio private hanno scardinato un sistema e hanno intercettato nuovi bisogni, nuovi gusti e nuovi pubblici.

Commenta Via Facebook

You May Also Like