Quarant’anni di BANDABERTÈ!

Nel 1979 usciva BANDABERTÈ, in occasione del quarantesimo anniversario ripercorriamo insieme i punti forti di questo album storico

…E la luna bussò / Robin Hood / Peccati trasparenti / Colombo / Prendi fra le mani la testa / Folle città / Agguato a Casablanca / Dedicato / Macchina del tempo

LP CGD 20158 € 30

A cinque anni dall’esordio, con tre dischi all’attivo e un viaggio illuminante nella Giamaica di Bob Marley, arriva nel 1979 per Loredana Bertè la svolta musicale. Complice Mario Lavezzi, suo produttore e compagno dell’epoca che, insieme a Tony Mimms e a un combo di musicisti eccezionali, mette a punto nuove sonorità per BANDABERTÈ, album ideato nel titolo da Ivano Fossati, una delle autorevoli firme che contribuiscono a renderlo un autentico capolavoro.

La sua Dedicato, già pubblicata su 45 giri a settembre 1978, regala alla Bertè una grande scia di successo che crea forte interesse intorno all’Lp. Le attese non vengono deluse, a cominciare dal nuovo singolo …E la luna bussò, composto dal trio Lavezzi – Avogadro – Pace, hit dell’estate ’79 da 400 mila copie vendute, primo esempio di reggae all’italiana di cui Loredana – spesso lo ribadisce – va molto fiera.

Ogni canzone è un potenziale Lato A, da Robin Hood a Peccati trasparenti, da Folle città ad Agguato a Casablanca, fino alla rockeggiante Colombo scaturita dell’estro di Ivan Graziani. Il genio di Battisti è riletto in chiave giamaicana in due riuscitissimi episodi: Prendi fra le mani la testa (lanciata nel 1967 da Riki Maiocchi) e Macchina del tempo (da ANIMA LATINA del 1974).

Ciliegina sulla torta è la bellissima immagine di copertina, ideata e curata dall’art director Luciano Tallarini su illustrazione di Gianni Ronco, con una Bertè sexy capobanda magnificamente elevata a icona mentre impugna una pistola… di cioccolato!


Su Vinile 22 trovate gli approfondimenti sugli altri album storici, disponibile in edicola e sul nostro store online

Commenta Via Facebook

You May Also Like