Takashi Mizutani: il mito del chitarrista dei Rallizes Dénudés

La storia dei Rallizes Dénudés, e soprattutto del loro chitarrista Takashi Mizutani vive avvolta nel mistero. Oggi, però, grazie a un’etichetta americana, la loro musica rivive.

È da oltre 20 anni che la figura di Takashi Mizutani vive nel mistero assoluto. Chitarrista leader dei Rallizes Dénudés, l’artista era noto per i suoi riff distorti e la sua aria maledetta, indifferente a qualsiasi cosa lo circondasse.

Immaginare la musica dei Rallizes Dénudés è semplice- scrive un giornalista di Libération. Takashi comincia a emettere suoni per raccontare ciò che vede, un tuffo irreversibile neò nulla.

L’evento che ha cambiato per sempre la storia è quello che fu chiamato, in seguito, “Yodogo”. Era il 31 marzo 1970 quando nove membri dell’Armata Rossa Giapponese, con tanto di spade, fecero irruzione alla cabina di pilotaggio di un Boeing della Japan Airlines. L’obiettivo era il dirottamento dell’aereo in Corea del Nord, dove, in seguito, i nove membri si trasferirono accolti da eroi. Tra di loro, anche Moriaki Wakabayashi, il bassista dei Rallizes Dénudés.

Takashi scomparì da allora, il giorno dopo “Yodogo”. Da lui non ci fu più nessuna comunicazione, intervista o dichiarazione. E il suo mito da allora crebbe sempre di più.

La storia dei Rallizes Dénudés vive in questi giorni un secondo momento di gloria, perché un’etichetta americana ha deciso di ripubblicare alcuni loro materiali storici e bonus track. Un’occasione per (ri)scoprire l’indole ribelle dei musicisti giapponesi, amati anche da Julian Cope, che parlando di Takashi diceva:

È un Dio del phaser che invoca gli spiriti scomparsi dei tempi antichi.

Per saperne di più sui Rallizes Dénudés, e su Takashi Mizutani, leggi l’articolo a loro dedicato su Classic Rock n°85.

You May Also Like