I dieci dischi dei Kiss più rari al mondo

Kiss, Ace Frehley, Cameron Buchholtz, Milano Summer Festival, Classic Rock, stonemusic.it

Quali sono i dischi dei Kiss più introvabili al mondo? Ecco la lista.

Oltre alla discografia ufficiale dei Kiss, ne esiste anche una locale. Nel corso degli anni i Paesi di tutto il mondo hanno cercato di personalizzare gli album della band statunitense, soprattutto in singoli, con pubblicazioni originali e legate al territorio. Il risultato? L’esistenza, oggi, di vere e proprie rarità che sul mercato sono quotate a prezzi notevoli. Ecco i dieci dischi dei Kiss più rari al mondo.

1.

Stampato su etichetta locale, il disco, del 1985, è una raccolta di singoli. La cover non è delle migliori, ma anche per questo i fan farebbero di tutto per averlo.

2.

In Bolivia, il disco THE BEST OF SOLO ALBUM, è stato stampato con un nome diverso: PETER, PAUL, ACE Y GENE.

3.

Nel 1982 Ace Frehley abbandonò la band nel bel mezzo delle registrazioni di CREATURES OF THE NIGHT. Fu sostituito da Vinnie Vincent. Il disco che uscì il periodo del tour brasiliano dei Kiss, fu ristampato nel Paese con il volto di Vinnie che andò a sostituire quello di Frehley.

4.

ALIVE in Cile fu separato in due volumi, acquistabili separatamente.

5.

Nel 1978 i dischi solisti dei membri dei Kiss, furono stampati, a El Salvador, in vinili colorati: un colore per ogni album.

6.

120 euro per la versione giapponese del singolo d’esordio dei Kiss: loro in abiti eleganti, ma sempre con l’inimitabile trucco.

7.

Una copertina tutta rosa-viola. Una vera rarità che, se trovata, varrebbe oro!

8.

Nella versione spagnola del singolo Flaming Youth, sulla cover è riportata la frase: juventud en llamas.

9.

All’interno di questo disco, oltre a Calling Dr. Love dei Kiss, ci sono altri 3 brani che ben poco hanno da spartire con la band.

10.

In Inghiltera il doppio album Alive, del ’77, viene stampato in originalissimi, e oggi introvabili, vinili rossi.

You May Also Like