Il live anti coronavirus di Francesco Gabbani

È da poco terminata la diretta sul profilo Instagram di Francesco Gabbani nella quale il cantautore ha presentato ai fan il nuovo album VICEVERSA. Ecco cosa è successo. 

Qualche ora prima di iniziare la diretta, sempre tramite il suo profilo Instagram, Gabbani ci ha tenuto a ribadire il suo sostegno all'hashtag #iorestoacasa che sta circolando sui social da qualche giorno e che è stato utilizzato da molti personaggi del mondo dello spettacolo per sensibilizzare i propri follower all'importanza di non creare situazioni nelle quali il coronavirus potrebbe trovare terreno fertile per espandersi

In particolare, Gabbani ha dichiarato di appoggiare l'iniziativa portata avanti da Chiara Ferragni e Fedez per raccogliere fondi in favore dell'ospedale San Raffaele di Milano. È anche grazie ai repost di personaggi dello shwbiz che la raccolta fondi ha toccato, questo pomeriggio, i 3.334.000 euro (traguardo raggiunto in poco più di 24 ore). Questo il commento di Gabbani riguardo la raccolta fondi poco prima della diretta. 

Mi sembra un modo veramente concreto e utile per cercare di rendersi utili, appunto, all'interno di questa circostanza.

Il live casalingo di Gabbani

Alle 16 si parte con le prove generali del concerto acustico casalingo: niente microfono, due chitarre acustiche, un pianoforte, un basso e un cajon come batteria e uno shaker. Già dall'inizio Francesco ci tiene a ricordare a tutti di osservare la distanza di sicurezza, osservata anche da tutti i musicisti che collaborano alla diretta.

Il primo pezzo è Bomba pacifista: pezzo perfetto per iniziare, molto energico e coinvolgente per gli spettatori. 

Durante l'esibizione, Gabbani invita diverse volte gli spettatori a donare – se hanno la possibilità di farlo – o a diffondere sui propri social il link utile alla raccolta fondi che è stato inserito, per l'occasione anche nella bio Instagram e Facebook del cantante. 

La seconda canzone è la più conosciuta, la title track dell'album, Viceversa, pezzo che ha portato Gabbani sul podio della settantesima edizione del Festival di Sanremo

A questo punto la live raggiunge il picco di spettatori, circa 5000 persone. Gabbani continua con Sciambola, presentata dal musicista come una sorta di featuring virtuale con il jazzista Michel Petrucciani: è stato ripreso un giro armonico proprio dell'artista, purtroppo, scomparso anni fa. 

L'energia di Gabbani è davvero palpabile, anche attraverso lo schermo del cellulare. Il pubblico è molto coinvolto e fioccano commenti come "restiamo a casa" e "#restoacasaconGabbani". Altri, per sdrammatizzare, chiedono addirittura un tour acustico in diversi stati europei. 

Il prossimo pezzo si intitola Il sudore ci appiccica: così, afferma Gabbani, è il sudore che caratterizza i momenti più belli e più brutti della vita. È questa condizione umana che ci accomuna ed è grazie a lei se ci sentiamo uniti non solo nella gioia ma anche nella sofferenza.

Passiamo, poi, a Duemiladiciannove, canzone che Gabbani aveva regalato, lo scorso anno, ai suoi supporter. 

Arriviamo a Cinesi, titolo strano considerate le circostanze. Gabbani ci tiene a precisare che non parla davvero di cinesi ma più del fatto che siamo tutti sottoposti all'inesorabile fugacità del tempo. Gabbani non la vede, però, in maniera negativa, la sua è un'esortazione a vivere appieno il momento presente

Ecco poi Cancellami, una canzone per una storia finita. 

Fra un intermezzo musicale e l'altro, siamo arrivati all'ultimo pezzo. È con la celeberrima Occidentali's Karma che Gabbani lascia i suoi spettatori ma non senza ricordare ancora una volta le parole chiave del periodo: senso civico e responsabilità

Commenta Via Facebook

You May Also Like