Positivo al Coronavirus, aveva partecipato al concerto dei Tool

tool

Il Coronavirus è arrivato anche nel mondo della musica: trovato un caso positivo che aveva partecipato a un concerto dei Tool.

Il Coronavirus sta toccando da vicino le vite di tutti noi. Ovviamente, non ne sono esenti nemmeno gli artisti che nelle scorse settimane, essendo ancora all'oscuro della minaccia che si sarebbe rivelata il virus, hanno proseguito con i loro concerti e gli eventi. 

È il caso di un concerto della band statunitense Tool, dove però era presente, fra altre migliaia di persone, anche un ragazzo risultato poi positivo al Covid-19.

Lo show ha avuto luogo il 28 febbraio ad Auckland in Nuova Zelanda. Il ragazzo, un trentenne, era tornato di recente in patria dopo un viaggio nel Belpaese assieme alla moglie, durante il quale aveva toccato anche alcune tappe del nord Italia, la zona più colpita dal virus.

Accusando i sintomi tipici del Coronavirus, già da mercoledì scorso il ragazzo aveva deciso di mettersi in quarantena volontaria assieme alla moglie, anche lei risultata, poi, positiva. 

La notizia è trapelata e gli altri spettatori del concerto ne sono rimasti scossi: in effetti si tratta di uno dei primissimi casi di Coronavirus in Nuova Zelanda. Nonostante ciò, le autorità hanno voluto a tranquillizzare gli altri partecipanti al concerto: il rischio di contagio rimane molto basso poiché il contatto non è stato prolungato. Il consiglio, però, è sempre quello di rimanere in casa in caso di sospetto contagio e, soprattutto, in presenza di sintomi. 

Nonostante il fatto, i Tool non si sono fermati e hanno continuato il proprio tour che sta toccando, proprio in questi giorni, le tappe americane

You May Also Like