Dietro le copertine: STREET SURVIVORS dei Lynyrd Skynyrd

lynyrd-skynyrd-crash

Spesso, le copertine dei vinili custodiscono storie indelebili. È il caso di STREET SURVIVORS, l'ultimo album dei Lynyrd Skynyrd.

Primi anni 70. Siamo a Jacksonville, Florida. Una band locale decide di cambiare il proprio nome, ed è così che – quello che nasce da una semplice presa in giro – diventa uno dei nomi più importanti della storia del rock. Sì, perché dietro al nome Lynyrd Skynyrd non c'è chissà quale significato profondo: Leonard Skinner era insegnante di educazione fisica alla Robert E. Lee Senior High School di Jacksonville. Un personaggio particolare che non sopportava che gli studenti portassero i capelli lunghi.

Chissà allora cosa avrà pensato di quel gruppo di ragazzi “capelloni” che volevano diventare delle rockstar. È così che, quasi per gioco, la band decide di storpiare la pronuncia del nome dell'insegnante: è l'inizio della storia dei Lynyrd Skynyrd.

Gli anni d'oro e STREET SURVIVORS

La band pubblica 4 album tra il 1973 e il 1976, diventando uno dei gruppi più influenti della musica rock. Alcuni dei brani contenuti nei primi album si impongono come immortali, arrivando persino fino ai giovani d'oggi: parliamo di pezzi classici come Free Bird e Sweet Home Alabama, impossibili da non ricordare.  

Ma arriviamo al 1977, l'anno che cambiò tutto. È il 17 ottobre e i Lynyrd Skynyrd rilasciano il loro quinto album dopo mesi di lavoro in studio. Il titolo è STREET SURVIVORS e la storica copertina originale ritrae i 7 membri della band – Ronnie Van Zant, Allen Collins, Gary Rossington, Billy Powell, Artimus Pyle, Leon Wilkeson e Steve Gaines – avvolti dalle fiamme

L'incidente aereo

Tre giorni dopo, il 20 ottobre, il gruppo si trova su un volo che dovrebbe portarli da Greenville (Carolina del Sud) alla successiva data del tour, ovvero Baton Rouge (Louisiana). Ma l'aereo, un Convair CV-300, non arriverà mai a destinazione, schiantandosi in una palude vicino a Gillsburg, in Mississippi, a causa di un problema con il carburante.

Nello schianto perdono la vita 6 dei 24 passeggeri: il cantante Ronnie Van Zant, il chitarrista Steve Gaines, la corista Cassie Gaines (sorella maggiore di Steve), il manager Dean Kilpatrick, e 2 membri dell'equipaggio. 

La copertina originale dell'album, mostrava per l'appunto una foto dei membri del gruppo avvolti dalle fiamme. In particolare Steve Gaines scompariva quasi nel fuoco, creando un effetto piuttosto macabro a seguito della sua morte. Teresa Gaines, la vedova di Steve, chiese che la copertina venisse ritirata dal commercio come forma di rispetto nei confronti delle vittime. Fu così che la MCA Records ritirò l'LP con la copertina originale e rimise in commercio una versione con uno scatto simile e un semplice sfondo nero, senza fiamme.

A seguito del tragico incidente, STREET SURVIVORS raggiunse la posizione numero 5 delle classifiche americane e divenne ben presto doppio disco di platino. Solo 30 anni dopo, la copertina originale venne reinserita nella ristampa deluxe dell'album.

Commenta Via Facebook

You May Also Like