Leggende metropolitane: quando Ozzy Osbourne morse un pipistrello

La sera del 20 gennaio 1982, durante un concerto, Ozzy Osbourne raccolse un pipistrello lanciato sul palco da un fan e gli staccò la testa con un morso.

Il "Principe delle Tenebre", nonchè padrino dell'heavy metal, è una di quelle figure leggendarie nella storia del rock, quelle figure forse più note per i loro atteggiamenti bizzarri che per le loro canzoni.

A proposito di Ozzy, non c’è dubbio: l'ex frontman dei Black Sabbath è a oggi uno degli artisti su cui sono andati alimentandosi negli anni decine di miti, speculazioni e storie raccapriccianti.

Una di queste storie, probabilmente nota a molti, risale al 20 gennaio 1982. Siamo a Des Monies, in Iowa. Ozzy, lasciati da poco i Black Sabbath, aveva avviato la sua carriera solista. Quella sera, il concerto era cominciato alla grande ma, a un certo punto, un fan lanciò sul palco un pipistrello. Ozzy Osbourne, a questo punto, forse allucinato dalle droghe, scambiò l'animale per un peluche o un pupazzo di gomma, e decise di addentarlo.

Su come siano andate le cose, esistono più versioni, che oscurano la realtà dei fatti trasfigurandola in vera e propria leggenda. Secondo alcuni, al momento del morso, il pipistrello sarebbe stato ancora vivo, e avrebbe trovato la morte poco dopo il tragico incontro. Secondo altri, l'animale sarebbe stato già morto.

Sta di fatto che il Madman dovette sottoporsi ad alcuni trattamenti di profilassi in ospedale, per poter scongiurare il pericolo di aver contratto malattie, come la rabbia.

Se a molti il pensiero stesso di ingoiare un pipistrello suscita disgusto, pensiamo a cosa dovette provare Ozzy in quel momento. Così ha ricordato il cantante nella sua autobiografia, uscita nel 2009:

Ho capito subito che c’era qualcosa di strano. All'improvviso la mia bocca si è riempita di un liquido denso e caldo che aveva il retrogusto peggiore che potreste mai immaginare. L’ho sentito scorrermi tra i denti e poi colarmi lungo il mento, poi ho sentito muoversi la testa che avevo in bocca.

Il 20 gennaio del 2019, l'artista ha voluto ricordare il 37esimo anniversario dell'episodio mettendo in vendita un pipistrello di peluche con testa staccabile. Il gadget, a un modico prezzo di 40 dollari, è in vendita ancora oggi, che di anni ne sono passati 38.

Eccolo qua, corredato da link all'acquisto. A noi sembra abbastanza macabro, ma de gustibus non disputandum est.

Commenta Via Facebook

You May Also Like