P!nk: 20 anni di CAN’T TAKE ME HOME, il suo disco di debutto

Sono passati vent'anni dell'album di debutto di P!nk: come è cambiato lo stile della cantante in questi anni?

Negli anni, P!nk ha sfornato moltissime hit di grande successo, rimaste in vetta alle classifiche per mesi. Chi è stato ragazzo nei primi anni 2000 ricorderà sicuramente le serate passate a ballare al ritmo di So What e U + Ur Hand o quelle passate a commuoversi con la più recente What About Us. Tutti brani, per altro, che anche oggi rimangono fra i più ascoltati della cantante. 

Quest'anno, però, P!nk festeggia una ricorrenza speciale: il momento in cui tutto questo ha avuto inizio, ovvero, i 20 anni dalla pubblicazione del suo album d'esordio, CAN'T TAKE ME HOME, avvenuta il 4 aprile del 2000

Nonostante un iniziale approccio più improntato all'R&B che al pop rock che l'ha poi contraddistinta, lo stile di P!nk è rimasto fondamentalmente lo stesso in questi due decenni: grintosa al punto giusto con un tocco di dolcezza che non guasta mai. Un mix di borchie e brillantini, insomma. 

E fu proprio questo suo stile così apparentemente contraddittorio a colpire i primi fan che, nel 2000, si appassionarono a molti dei brani contenuti nel suo primo album. Ricordiamo, in particolare, i primi 3 singoli estratto dall'album, rispettivamente There You Go, Most Girls (anche disco d'oro) e You Make Me Sick, tutti accompagnati dai rispettivi videoclip. Il look scelto per la copertina di quest'ultimo è un chiaro omaggio a Madonna, artista che, negli anni, è stata una forte fonte di ispirazione per P!nk.

Ecco, invece, il video di Most Girls nel quale risulta già palese lo stile un po' streetstyle, un po' eccentrico e un po' trasgressivo che caratterizzerà la cantante negli anni a venire. 

Che dire, una carriera con i fiocchi per un'artista poco convenzionale che, di certo, ha ancora molto da offrire. Restiamo sintonizzati per nuove sorprese.  

You May Also Like