I 10 maggiori esponenti dello shock rock

Performance violente, d'impatto, a volte molto macabre. Da Screamin' Jay Hawkins a Marylin Manson, ecco gli shock rocker che ci hanno più impressionato.

Da che mondo è mondo, la musica non è solo testo e melodia, ma anche immagine, stile, attitudine. Tra le tante anime e modalità con cui il rock in particolare si è manifestato ce n’è una: il cosiddetto shock rock. Con l’espressione shock rock non ci si riferisce a un genere o sottogenere musicale, ma a una categoria ben definita di musicisti rock nota per le esibizioni particolarmente "scioccanti", volte a impressionare lo spettatore.

Performance violente, a volte macabre o dagli espliciti contenuti sessuali, al limite della decenza. Performance che giocano proprio su un fortissimo impatto visivo, sul pubblico e sulla critica.

Quali sono stati i maggiori esponenti dello shock rock

1. SCREAMIN' JAY HAWKINS

Screamin' Jay Hawkins fu probabilmente il primo shock rocker della storia. Dopo la realizzazione del suo singolo di successo del 1959, I Put a Spell on you, un dj gli offrì ben 300 dollari per emergere da una bara durante un suo spettacolo. L'artista accettò. Da allora, Hawkins cominciò a esibirsi in modo unico, sollevandosi dal feretro prima di iniziare i live, oppure portando sul palco teschi e bambole vudù, prima di sparire tra il fumo e gli applausi del pubblico.

2. ARTHUR BROWN

Ad Arthur Brown, noto anche come "il Dio del Fuoco Infernale", si deve l'idea di dipingere il proprio volto per assumere sembianze mostruose. Era il 1967. Questa tecnica, che nelle formazioni metal viene definita "corpse paint", venne ripresa da numerosi gruppi, come gli Alice Cooper o i Kiss.

Oltre al trucco, Brown indossava spesso un elmo infuocato. Le sue esibizioni erano tanto scioccanti quanto pericolose. Sul palco di Windsor, alla fine degli anni 60, gli capitò infatti un grave incidente: del metanolo usato per dare fuoco all'elmo gli cadde sulla testa. Intervennero allora due addetti alla sicurezza, che spensero le fiamme con la birra, unico liquido a disposizione. 

3. ALICE COOPER

Bambole decapitate e impalate, ghigliottine e boa constrictor come oggetti di scena e animali domestici dai nomi stravaganti. Alice Cooper può essere considerato a tutti gli effetti come uno dei maggiori interpreti dello shock rock. Nei suoi concerti troviamo serpenti, scie di sangue, forche e maschere sono davvero un "marchio di fabbrica".

Nonostante le immancabili critiche e accuse di indecenza, la presenza scenica e lo stile di Cooper hanno esercitato una notevole influenza su molti artisti successivi. 

4. KISS

Abbiamo già introdotto la storica formazione di Gene Simmons. I Kiss si sono distinti negli anni per un look e un trucco particolare, che deriverebbe dal teatro Kabuki, un tipo di rappresentazione nato in Giappone all'inizio del XVII secolo.

Il legame tra musica e teatralità ci riconduce ancora una volta alla caratteristica tipica dello shock rock: impressionare il pubblico, proprio come in uno spettacolo teatrale dotato delle migliori scenografie.

5. THROBBING GRISTLE

Il nome del gruppo deriva da un'espressione gergale britannica che significa pressappoco "erezione fulminante". Nella formazione industrial degli anni 70, tutto, persino il nome, era costruito ad hoc per scioccare gli spettatori

Il cantante Genesis P-Orridge (divenuta poi la cantante Genesis Breyer P-Orridge) dava inizio ai live strillando e mutilandosi con vetri e lamette. La modella e chitarrista Cosey Fanni Tutti, invece, ballava nuda, mentre sugli schermi apparivano video porno e riprese di campi di concentramento, intervallati da foto di autopsie.

Celebre (e sconvolgente al solo pensiero) fu, nel 1976, l'esibizione in cui Cosey Fanni Tutti si tolse l'assorbente interno e con esso disegnò una svastica sul petto di P-Orridge.

6. OZZY OSBOURNE 

È una delle leggende più note di sempre: il 20 gennaio 1982, Ozzy Osbourne, da poco lasciati i Black Sabbath, scambiò un pipistrello lanciato sul palco da un fan per un pupazzo e decise di addentarlo. Se non è shock rock questo...

7. KING DIAMOND 

Con i suoi Mercyful Fate o i King Diamond, il musicista danese King Diamond (pseudonimo di Kim Bendix Petersen), ha suscitato spesso critiche per i suoi atteggiamenti istrionici e provocatori.

Viso dipinto di bianco e croci nere: il trucco è sempre stato uno dei suoi marchi, accanto alla voce a tratti acutissima e a tratti sussurrata, quasi indemoniata.

8. PREMATURE EJACULATION

Rozz Williams, fondatore del gruppo death rock Christian Death, nel 1981 costituì insieme al body performer Ron Athey la band Premature Ejaculation.

La formazione rimase salda solamente per un anno, tempo sufficiente a sconvolgere il pubblico.

Celebre è infatti il concerto di Pomona, negli Stati Uniti, durante il quale Ron Athey mangiò sul palco un gatto, trovato morto mentre i due si stavano recando al locale dove avrebbero dovuto suonare.

9. GG ALLIN

Dalla fine degli anni 70 fino alla sua morte nel 1993 a soli 36 anni, il cantante punk rock GG Allin ebbe modo di turbare il pubblico con performance particolarmente forti: esibizioni di nudo, sesso orale con i fan, automutilazioni, lotte e persino defecazioni sul palco.  

Altra caratteristica delle sue esibizioni era la continua minaccia del suicidio in diretta. Nel 1989, Allin dichiarò che si sarebbe suicidato sul palco durante la notte di Halloween del 1989. Tuttavia, passò quel giorno in prigione e non poté mettere in atto il suo proposito.

10. MARILYN MANSON

Il Reverendo Marilyn Manson è forse il più noto shock rocker degli anni 90. Con i suoi concerti ad alto impatto visivo e l'immancabile cipria bianca, Manson ha saputo guadagnarsi tanta fama quante critiche, vista anche la sua discussa adesione alla "Chiesa di Satana".

La nostra lista si conclude qui, ma i nomi celebri dello shock rock sono molti di più: W.A.S.P., Twisted Sisters, Motley Crue, Rob Zombie. Alcuni di loro sono ancora oggi capaci di impressionare e turbare profondamente il pubblico.

Commenta Via Facebook

You May Also Like