Quando i Black Sabbath sostituirono Ozzy Osbourne con Ronnie James Dio

ronnie james dio black sabbath

Esattamente 40 anni usciva il primo album dei Black Sabbath in cui Ronnie James Dio prese il posto di Ozzy Osbourne. E fu una svolta epocale.

Parliamo dei Black Sabbath e del loro nono album in studio, HEAVEN AND HELL, pubblicato il 25 aprile del 1980

Esattamente un anno prima dell'uscita dell'album in questione, Osbourne fu licenziato dalla band a causa dei problemi piuttosto radicati che aveva con l'alcol e la droga. Il frontman venne presto rimpiazzato da Ronnie James Dio che diede il via alla cosiddetta "Dio Era" che venne portata avanti per ben quattro album, compreso un live (anche a distanza di diversi anni), ripresi anche in una famosa raccolta pubblicata nel 2007 con il nome di BLACK SABBATH: THE DIO YEARS

Ma torniamo all'album: HEAVEN AND HELL fu un enorme successo commerciale soprattutto negli States, dove divenne disco di platino con il raggiungimento di oltre un milione di copie vendute. 

Prima di essere cacciato dal gruppo, Osbourne aveva iniziato le registrazione di HEAVEN AND HELL con la band, ma non sembrava convinto dal sound dell'album o della direzione che stava prendendo il gruppo in generale. Quando Dio subentrò, il gruppo era in grosse difficoltà, non solo per via dell'abbandono di Osbourne, ma anche perché si stava attraversando una fase di ridefinizione della formazione. Questo perché alcuni membri, per motivi personali, non riuscivano più a essere presenti come avrebbero voluto (come il batterista Bill Ward e il bassista Geezer Butler). 

Poco alla volta, però, i Black Sabbath riuscirono a rialzarsi anche grazie all'apporto di Ronnie e al suo innovativo modo di cantare non seguendo strettamente la melodia della canzone ma creandone una propria che andasse ad armonizzarsi con la preesistente e aprendo, così, infinite possibilità per la band a livello creativo. 

Come dicevamo, l'album fu un grande successo, basti pensare che, nel 2017, la rivista «Rolling Stone» lo inserì al trentasettesimo posto nella classifica dei 100 migliori album metal di tutti i tempi

Commenta Via Facebook

You May Also Like