L’esibizione di Donatella Rettore che fece scandalo al Festivalbar

donatella rettore

In occasione del quarantesimo compleanno di Kobra, ricordiamo quell'esibizione della Rettore che fece scandalo al Festivalbar 1980.

Sembra ieri e invece sono già passati quarant'anni dalla pubblicazione di MAGNIFICO DELIRIO, l'album di inediti del 1980 che conteneva quella che sarebbe diventata una delle più grandi hit di Donatella Rettore. Parliamo di Kobra, il brano di MAGNIFICO DELIRIO che più fece scalpore quando venne pubblicato all'interno dell'album e come 45 giri assieme a Delirio, altro classico. Già dal titolo risulta molto chiaro il doppio senso a sfondo sessuale che permea anche il testo piuttosto esplicito della canzone. Tutto ciò scatenò un vera e propria ondata di proteste che, però, finirono con un nulla di fatto visto che tutto ciò che il pubblico pudico dell'epoca ottenne fu l'eliminazione dell'ultimo verso della canzone nella riproduzione del testo all'interno della copertina del disco. 

Per questo motivo, molti non furono contenti quando, nell'estate del 1980, la Rettore si presentò al Festivalbar portando proprio il brano di punta del suo nuovo album come cavallo di battaglia.  

Il pubblico sembrò apprezzare moltissimo l'esibizione decisamente fuori dagli schemi della Rettore, che si aggiudicò il primo posto per la categoria donne e nella classifica generale risultò vincitrice a pari merito con il collega Miguel Bosé che vinse con la sua Olympic Games

Da quella sera, si può dire che Kobra non abbia mai davvero lasciato le radio italiane che ancora la trasmettono durante momenti amarcord o in rubriche dedicate ai grandi classici della canzone italiana anni 80. Non a caso il pezzo venne inserito nella sezione Gli indimenticabili della serie di ristampe in digitale del 2001 di tutti i lavori della Rettore che furono pubblicati dal 1979 al 1982

Insomma, parliamo di un classico senza tempo che si fece strada, schivando i commenti indignati di molti, nell'olimpo della hit della musica italiana

You May Also Like