Perché Noel Redding lasciò i The Jimi Hendrix Experience?

Ricorre l'anniversario della scomparsa di Noel Redding, il bassista che scrisse la storia del rock assieme a Jimi Hendrix. Ma come mai Redding decise di mollare proprio all'apice del successo?

Per ben tre anni, dal 1966 al 1969, Noel Redding fu il fedele bassista del famoso trio musicale The Jimi Hendrix Experience formato, oltre che da Redding e Hendrix, anche dal batterista Mitch Mitchell.

Redding accompagnò Hendrix in ogni concerto in giro per il mondo e gli affari andavano a gonfie vele

In tre occasioni guadagnammo più di 100.000 dollari in una sola serata. Nel 1969 non abbiamo mai portato a casa meno di 25.000 dollari a serata. 

Queste le parole di Redding durante un'intervista del novembre 1969 a «Rolling Stone». Qui sotto, ecco il trio al Monterey Pop Festival del 1967, considerato uno dei momenti più alti della loro carriera. 

Ma allora perché proprio in quell'anno il bassista decise di abbandonare il trio? A detta di Redding, il problema stava tutto nell'atteggiamento di Hendrix. Non era facile essere tranquillo attorno a lui, dice Redding. Hendrix era un grande chitarrista, ma talmente perfezionista da pretendere, sia da se stesso che dagli altri, che tutto fosse eseguito in maniera impeccabile. Il nervosismo saliva alle stelle prima di ogni performance perché Hendrix voleva avere tutto sotto controllo anche se non ce n'era bisogno. Perfino durante le sessioni in studio di registrazione la situazione stava sfuggendo di mano.

La goccia che fece traboccare il vaso fu quando, dopo la loro esibizione del 29 giugno 1969 al Denver Pop Festival, Hendrix disse a un giornalista che aveva intenzione di aggiungere nuovi membri alla formazione del gruppo senza, però, aver mai consultato gli altri due artisti a riguardo. 

Così, quella sera stessa, Redding disse addio a Hendrix e prese il primo aereo per tornare a Londra (Redding era originario dell'Inghilterra del sud). Nonostante l'insistenza di Hendrix perché tornasse sui suoi passi, il bassista non mollò la presa e tornò in patria.

Da quel momento in poi, si aprì per Redding un nuovo capitolo della vita: una nuova band tutta sua, degli album già in cantiere e un tour da organizzare. Nonostante i tanti successi raggiunti dopo aver lasciato il trio, il bassista sarà per sempre ricordato e celebrato per quel suo ruolo speciale fianco a fianco di Hendrix. 

Commenta Via Facebook

You May Also Like