Quando Kylie Minogue prese il posto di Ozzy Osbourne in “Moulin Rouge!”

Kylie Minogue

Durante i casting per Moulin Rouge! il regista Baz Luhrmann fu indeciso fra Kylie Minogue e Ozzy Osbourne per un cameo nel proprio film. Ecco come andarono le cose. 

Molti ricorderanno l'artista australiana per i suoi brani di maggiore successo, primo fra tutti la hit Can't Get You Out Of My Head estratta da FEVER, album del 2001 che raggiunse i 12 milioni di copie vendute. Ma sapevate che Kylie Minogue ha anche preso parte (in ruoli più o meno importanti) a numerosi film e serie televisive come attrice e/o cantante? Per esempio, ha recitato nell'episodio natalizio del 2007 della serie tv britannica Doctor Who nei panni di Astrid Peth al fianco del cosiddetto decimo dottore, la decima incarnazione del dottore protagonista della serie. 

Ma il suo impegno come attrice era già iniziato qualche anno prima, verso la metà degli anni 90, e trovò piena espressione quando il famoso regista australiano Baz Luhrmann la volle per il suo film cult del 2001, Moulin Rouge!. Per l'occasione, la Minogue interpretò la parte di una fatina verde frutto di un sogno o, per meglio dire, di un'allucinazione indotta dall'assenzio, e si esibì ballando il can-can e cantando sulle note di The Hills Are Alive, brano originariamente scritto per il musical del 1965 The Sound Of Music

Inizialmente, il ruolo della "fatina" era stato pensato da Luhrmann come parte maschile incarnata da un omone che suonasse il sitar. Il pensiero andò subito a Ozzy Osbourne, finché il regista non decise, invece, di dare un tocco più sensuale all'apparizione creando una fata inizialmente seducente ma che si sarebbe poi trasformata in una presenza maligna con un urlo tenebroso che, fra l'altro, appartiene proprio all'ex leader dei Black Sabbath

Commenta Via Facebook

You May Also Like