“Another Day”: il primo singolo di Paul McCartney che non piacque a John Lennon

paul mccartney

Si chiama Another Day ed è il primo singolo pubblicato da Paul McCartney come solista. Ma non tutti lo apprezzarono. Ecco cosa ne pensava John Lennon. 

Nel 1970 Paul McCartney incideva Another Day, il suo primo singolo da solista. In realtà, è probabile che avesse iniziato a comporlo già durante la registrazione dell'ultimo album dei Beatles, LET IT BE (di cui vi abbiamo parlato qua). Lo pubblicò il 19 febbraio 1971

Il brano, in chiave pop, racconta la quotidinità di una donna triste, che non si sente amata. 

Every day she takes a morning bath she wets her hair
Wraps a towel around her as she's heading for the bedroom chair
It's just another day
Slipping into stockings, stepping into shoes
Dipping in the pocket of her raincoat
It's just another day
At the office where the papers grow she takes a break
Drinks another coffe and she finds it hard to stay awake
It's just another day

La monotonia della routine di questa figura femminile che vive in una città senza nome, ripetendo le stesse azioni giorno dopo giorno, viene rotta solo dalle fantasie di lei, che immagina che l'uomo dei suoi sogni arrivi a rompere il triste incantesimo. 

Questo stile contemplativo era già presente in alcune canzoni scritte da McCartney ai tempi dei Beatles, come Eleanor Rigby e She's Leaving Home

L'impronta femminile del brano si deve sicuramente anche al contributo della moglie di Paul, Linda. Fu lei a realizzare le armonie vocali del pezzo e, inoltre, Another Day fu accreditato a "Mr and Mrs McCartney". La volontà dell'artista infatti era quella di creare uno stile che fosse tutto loro: "Volevo un nostro sound"

Questa collaborazione intellettuale tra marito e moglie non era estranea nemmeno a John Lennon, che più volte collaborò con Yōko Ono per la realizzazione dei propri brani (ne abbiamo parlato qua). Eppure, proprio John Lennon fu uno dei più duri critici del singolo di McCartney.

Infatti, anche se il brano raggiunse il successo sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti, in cui scalò ogni classifica, non convinse l'ex frontman dei Beatles, che ne criticò lo stile troppo pop. In realtà, McCartney all'epoca stava lavorando per trovare la propria voce e un proprio sound, insomma, per trovare la propria identità fuori dal gruppo

Il parere di Lennon non tardò a raggiungerlo, e lo fece attraverso uno dei suoi più grandi successi, l'album IMAGINE. Nella canzone How Do You Sleep, presente nel disco, egli inserì questi versi:

The only thing you done was Yesterday,
and since you're gone you're just Another Day. 

Le parole di John Lennon parlano chiaro. Con un abile gioco di parole paragona Yesterday, brano composto da McCartney per i Beatles, al più recente Another Day. Inutile dire che, secondo lui, il nuovo brano non regge il confronto. 

Nonostante il parere di Lennon, McCartney suonò la canzone molte volte dal vivo, e il singolo è stato inserito in diverse delle sue "best-of" compilation.

Commenta Via Facebook

You May Also Like