Perché vedere il film dedicato a Brian Wilson dei Beach Boys?

brian wilson beach boys

La storia particolare e a tratti tormentata della vita e della carriera del membro fondatore dei Beach Boys ha ispirato un biopic del quale vi parliamo qui:

La storia dei Beach Boys – i pionieri della surf music per eccellenza – e in particolare quella del loro membro fondatore Brian Wilson sono talmente interessanti da aver ispirato un biopic incentrato proprio sulla vita dell'artista, dal titolo LOVE & MERCY (distribuito in Italia anche con il titolo TUTTO PER LA MUSICA), uscito nel 2014 e diretto dal regista statunitense Bill Pohlad.

Il film si concentra soprattutto sul ruolo che i disturbi mentali (in particolare la schizofrenia) ebbero nella vita e nella produzione artistica di Wilson e che lo portarono sull'orlo del baratro diverse volte fra gli anni 60 e gli anni 80.

I due periodi di tempo specifici indagati dal film sono in primo luogo quello che vide Wilson occupato con la produzione dell'album PET SOUNDS del 1966 quando la band era all'apice della propria carriera. In secondo luogo, si parla del percorso terapeutico dell'artista, arrivato al culmine negli anni 80 mentre, oramai lontano dal palcoscenico, Wilson era sotto il controllo del celebre e discusso medico Eugene Landy.  

L'album del quale si parla nel film, PET SOUNDS appunto, costituì una vera e propria svolta per la band che si distaccò dal sound ricercato fino a quel momento per introdurre diverse novità che, pare, abbiano addirittura messo in crisi il gruppo perché ritenute troppo distanti dal lavoro fatto in precedenza. 

Nonostante ciò, l'album è tutt'oggi visto da molti come una vetta nella discografia dei Beach Boys (leggi qua come andò la reunion del gruppo, nel 2012) e, addirittura, come uno degli album pop-rock meglio riusciti di sempre

Con PET SOUNDS, Wilson avrebbe voluto lasciare il segno come avevano da poco fatto i Beatles con il loro recente album RUBBER SOUL (1965). Ecco come si espresse l'artista a riguardo:

L'album dei Beatles non mi fece venire voglia di copiarli ma di alzare l'asticella come avevano fatto loro. Non volevo fare lo stesso genere di musica ma musica sullo stesso livello. 

Una volta pubblicato, PET SOUNDS fece crescere esponenzialmente la fama dei Beach Boys come innovatori del rock nonostante le vendite non furono così esponenziali come quelle degli album che l'avevano preceduto. Il disco cercava infatti di fare presa su un pubblico un po' più maturo rispetto a quello che storicamente seguiva i Beach Boys

C'è da dire che l'album si guadagnò qualche fan fra gli addetti ai lavori ai piani alti fra i quali, per esempio, Paul McCartney, che citò God Only Knows come suo pezzo preferito dell'opera.

Ci lasciamo proprio così, facendovi ascoltare questa iconica canzone d'amore apprezzata dal grande McCartney. Una canzone che, come dichiarò lui stesso, fece da colonna sonora ad alcuni dei momenti più belli vissuti con i figli, ai quali l'artista regalò diverse copie di PET SOUNDS

Commenta Via Facebook

You May Also Like