Il brano che fece splendere la stella di Donatella Rettore

donatella rettore

Sapete quale è stato il primo brano a mandare in orbita la cantautrice di Castelfranco Veneto? Ve lo raccontiamo qui sotto. 

È proprio il caso di dirlo: quando nel 1979 venne pubblicato Splendido splendente su 45 giri, Donatella Rettore brillava già di luce propria.

Era la fine degli anni 70 e stava per iniziare il momento più propizio della carriera della Rettore, quello coronato dalla pubblicazione della trilogia di album composta da BRIVIDO DIVINO (1979), che contiene anche Splendido splendente, MAGNIFICO DELIRIO (1980) ed ESTASI CLAMOROSA (1981). 

Furono anni nei quali la Rettore fece conoscere la propria musica e la propria visione del mondo scardinando alcuni tabù che la società italiana si portava dietro da troppo tempo (come, per esempio, con la sua Kobra della quale vi parliamo in questo articolo).

Ma torniamo alle origini: Splendido splendente fu il primo vero successo della Rettore. Il brano colpì positivamente l'audience dell'epoca e riuscì a resistere negli anni diventando una delle canzoni pop italiane più conosciute in assoluto. E non parliamo solo di successo in patria: ecco, qui sotto, un video del 1981 registrato per la RadioTelevisione Svizzera Italiana che riprende un'esibizione che servì alla Rettore per far conoscere il suo nome anche oltre i confini del Belpaese fino ad arrivare perfino in Giappone

Fu un'esibizione magnifica impregnata, oltre che dal talento della Rettore, anche da quella magica atmosfera danzereccia anni 80 che risuona nel trucco e parrucco di tutti i presenti sul palco e nella scelta della scenografia. 

Come è noto, il testo è pieno di una pungente ironia nei confronti della chirurgia plastica utilizzata per correggere difetti di natura estetica e, spesso, una vera e propria forma di dipendenza per donne e uomini che vi si sottopongono e che finiscono per trovare sempre ulteriori difetti che solo la lama del chirurgo potrebbe risolvere. 

Anestetico d'effetto,
E avrai la faccia nuova,
Grazie a un bisturi perfetto.

Ecco alcuni dei versi iniziali della canzone che racchiudono perfettamente il senso del testo di Splendido splendente. Inutile dire quanto la Rettore fosse all'avanguardia per aver proposto un tema così tagliente e innovativo per l'epoca. Ed è proprio a questo ad aver dato al brano la qualità di non invecchiare mai

Anche per questo suo essere senza tempo, Splendido splendente non ha mai smesso di essere trasmesso in radio e non solo durante programmi per nostalgici dedicati alle hit del passato ma anche come una sorta di traccia sempreverde. Sarà per questo motivo che il pezzo gode di così ampia popolarità sia sul grande che sul piccolo schermo? Di certo il fatto che gli spettatori riconoscano Splendido splendente fin dalle prime note ne amplifica di molto il potere evocativo.

Auguriamo oggi un buon compleanno a Donatella Rettore facendovi ascoltare il brano in un'altra veste, quella elaborata da Relight Orchestra in occasione del quarantesimo compleanno di Splendido splendente celebrato nel settembre del 2019.

Quale versione è la vostra preferita?

Commenta Via Facebook

You May Also Like