5 canzoni dei Queen scritte da Roger Taylor

Bohemian Rhapsody, Queen, libro, EPC Editore, Stonemusic

Tutti almeno una volta abbiamo cantato a squarciagola Radio Ga Ga dei Queen. Non molti, però, sanno che venne scritta da Roger Taylor, che prese ispirazione da alcuni suoni pronunciati dal figlio ancora piccolo. Ecco 5 successi della band scritti dal batterista:

Da I'm in Love With My Car passando per la storica Radio Ga Ga. Roger Taylor, batterista dei Queen, viene spesso messo in ombra dalle luminose figure di Freddie Mercury e Brian May, eppure proprio a lui si devono enormi successi. 

Polistrumentista, Roger è nato il 26 luglio 1949. Il primo strumento di cui si è innamorato è stata la chitarra, ma poi è passato alla batteria. Tuttavia, suona anche il pianoforte, la tastiera, il basso e le percussioni. Ma il suo talento non finisce qui: è anche un prolifico compositore. Ecco 5 brani famosissimi che ha scritto per i Queen. 

1. I'm in Love With My Car

Uno dei suoi pezzi d'esordio da compositore dei Queen non è dei più profondi, soprattutto se considerato che quando esce, nel 1975, si trova nello stesso album di quel capolavoro che è Bohemian Rhapsody. Stiamo ovviamente parlando di I'm in Love With My Car, canzone d'amore per... un'auto. 

Nel 1975 i Queen avevano già 3 album alle spalle e avevano pubblicato diverse hit. A causa di contrasti con la precedente casa discografica, firmarono un contratto con la EMI, per la quale cominciarono a lavorare a un nuovo album: A NIGHT AT THE OPERA.

Tutti i membri della band collaborarono alla stesura dei testi. Mercury se ne uscì con la canzone più famosa del disco (e forse della storia della band), Bohemian Rhapsody. Il pezzo scritto da Taylor, invece, è dedicato al roadie della band e alla sua passione per i motori. All'inizio Brian May credeva che si trattasse di uno scherzo del batterista, ma alla fine la inserirono lo stesso nel disco. C'è di più: a cantare il brano non è Mercury, ma lo stesso Roger Taylor

2. Radio Ga Ga

Se gli altri membri della band l'avevano a lungo schernito per il pezzo I'm in Love With My Car, Taylor ha sicuramente l'occasione di rifarsi nel 1984, quando per l'album THE WORKS scrive la famosissima Radio Ga Ga. Si tratta indubbiamente di uno dei maggiori successi dei Queen, suonata anche durante l'iconico concerto Live Aid (ne abbiamo parlato qua). 

Taylor la scrisse a partire da alcuni versi pronunciati dal figlio ancora piccolo, ma il significato del brano è molto profondo. Si tratta di un pezzo nostalgico, che ricorda il ruolo che aveva la radio nella diffusione della musica, prima dell'avvento di canali come MTV (nato nel 1981). 

3. A Kind of Magic

Il brano venne commissionato ai Queen (insieme ad altri pezzi come Who Wants to Live Forever) dal regista Russel Mulcahy per il film Highlander. Il brano, composto da Roger Taylor, muove a partire da una battuta presente nel film stesso, che recita appunto "a kind of magic". Queste parole infatti avevano colpito molto il batterista. 

Tuttavia, bisogna precisare che la versione di Taylor fu usata solo per il film, mentre un nuovo arrangiamento ad opera di Mercury venne incluso nell'omonimo album A KIND OF MAGIC (1986)

4. Fun It

Il brano è uscito nel 1978 come parte del settimo album in studio dei Queen, JAZZ. Si tratta di un pezzo di orientamento diverso rispetto agli altri contenuti nel disco, in quanto appartiene al genere disco-funk. Inoltre, anche in questo caso. Roger Taylor è la voce principale della canzone, accompagnato da Mercury.

Il contributo del batterista all'album però non finisce qui: infatti, parte che sua sia stata anche l'idea della copertina del disco, a partire da dei graffiti che aveva visto sul Muro di Berlino

5. These Are The Days of Our Lives

Pubblicato il 5 settembre 1991 nell'album INNUENDO, è uno dei pezzi più semplici dei Queen, ma anche dei più emozionanti e conosciuti. Il videoclip venne realizzato sei mesi prima della morte di Freddie, interamente in bianco e nero per cercare di nascondere i segni della malattia. Mercury infatti nel video rimane quasi del tutto immobile, poiché per lui camminare era diventato doloroso.

Si tratta dell'ultimo video in cui compare il cantante, che alla fine viene inquadrato in primo piano mentre annuncia ai fan: "I still love you". Proprio per questo, è senza ombra di dubbio uno dei brani più commoventi della band

You May Also Like