5 delle tante teorie complottiste del rock

Conoscete il legame fra i Supertramp e i fatti dell'11 settembre? E sapevate che Elvis è ancora vivo?

Vi è mai capitato di leggere una notizia talmente assurda sulla vostra rockstar preferita da sembrare inventata? A volte i nostri idoli sono, effettivamente, protagonisti di avventure quasi estreme, complice la vita a tratti spericolata che conducono ma, in molti casi, se una notizia sembra falsa è perché lo è

Trattasi di fake news, letteralmente "notizie false", fatte circolare con lo scopo di creare stupore, sconcerto o indignazione attorno a un determinato argomento.

Le fake news non risparmiano neanche il mondo della musica e da sempre ne circolano moltissime su artisti più o meno famosi. Eccone 5 fra le più famose.

1. La misteriosa morte di Michael Hutchence

Michael Hutchence, cantante australiano degli INXS, ha perso la vita precocemente, a soli trentasette anni. Il 22 novembre del 1997 il corpo dell'artista fu ritrovato senza vita nella sua camera d'albergo di Sydney e l'esito dell'autopsia ha escluso che si trattasse di un incidente fortuito imputando la causa della morte a suicidio per asfissia dato che il cantante aveva una cintura stretta attorno al collo.

I fan degli INXS, però, si dichiararono poco convinti dall'esito dell'autopsia e si dissero, invece, più propensi a pensare che si trattasse di una sessione di autoerotismo estremo finita male.

A fugare ogni dubbio, però, fu il medico legale che stabilì che a spingere Hutchence verso l'atto estremo fu una forte depressione unita all'effetto di alcool e droga, utilizzati dal cantante per rendere meno dolorosa la separazione dall'ex compagna Paula Yates

2. Jim Morrison e quella maledetta vasca da bagno

Si sa, quando un artista giovane e affermato perde tragicamente la vita, le teorie complottiste attorno alla sua scomparsa si sprecano. È il caso di Jim Morrison, lo storico leader dei Doors che venne trovato morto nella vasca da bagno del suo appartamento parigino dalla fidanzata Pamela Courson.

In questo caso a essere messa in discussione non è la causa della morte (nonostante non ci sia mai stata un'autopsia la versione più accreditata è di morte per overdose), bensì il luogo nel quale Morrison si trovava in quell'attimo fatale.

Molti, in effetti, sono convinti che Morrison sia spirato mentre si trovava sì in una vasca da bagno ma non in quella di casa sua, bensì in quella del Rock 'n Roll Circus, storico locale parigino che Morrison era solito frequentare. Così, quando il suo corpo venne ritrovato dai proprietari, fu subito trasportato in segreto all'appartamento dell'artista per evitare sospetti e danni alla reputazione del locale.

Jim Morrison con la fidanzata Pamela Courson

3. Quella copertina dei Supertramp che scatenò i teorici del complotto

Del prossimo falso mito musicale abbiamo parlato più nello specifico in questo articolo: pare che, secondo molti fan, la band britannica abbia voluto comunicare qualcosa alla propria audience con una copertina del 1979. Quest'ultima, dopo i fatti dell'11 settembre 2001, iniziò a essere sulla bocca di tutti perché ritenuta una sorta di previsione in codice degli attentati. 

4. Gli avvistamenti di Elvis Presley

Parliamo, ancora una volta, di una morte misteriosa: quella del re del rock Elvis Presley che fu trovato senza vita nella sua casa di Memphis il 16 agosto del 1977 (qui vi abbiamo parlato della sua ultima esibizione pubblica prima dell'improvvisa scomparsa).

Fra i molti fan dell'artista, ce ne sono alcuni che proprio non riescono a credere che Presley sia effettivamente morto: una delle teorie complottiste più accreditate sul suo conto, infatti, è che The King sia stato sopraffatto a tal punto dal successo da decidere di inscenare la propria morte per sparire definitivamente dalla circolazione evitando, così, i mille impegni pubblici che era costretto a sopportare giornalmente per via della propria smisurata fama

Si tratta di una teoria talmente diffusa che esistono perfino alcune pagine sul web interamente dedicate agli avvistamenti del cantante, che pare sia stato fotografato mentre si trovava negli angoli più disparati del mondo. 

5. L'assassinio di Jimi Hendrix

Finiamo in bellezza con uno dei membri più famosi del 27 club, Jimi Hendrix. La sua scomparsa lasciò interdetti i molti fan che Hendrix era riuscito a raggiungere durante la sua breve ma molto intensa carriera artistica.

Attorno alla causa della sua morte – rimasta un mistero nonostante l'ipotesi più accreditata sia quella di soffocamento dovuto a un utilizzo troppo ingente di barbiturici – sono nate moltissime speculazioni, alcune delle quali vedono Hendrix come vittima di omicidio.

Il carnefice sarebbe l'ex manager Michael Jeffrey e il movente sarebbe il premio di un'assicurazione sulla vita stipulata da Hendrix a sua insaputa, spinto da un inganno di Jeffrey. 

Hendrix e Jeffrey
You May Also Like