La prima volta dei Led Zeppelin

new yardbirds

"Non mi ero mai sentito così prima": ecco la reazione a caldo di Jimmy Page dopo che, per la prima volta, aveva suonato con quelli che sarebbero diventati i futuri Led Zeppelin.

Era la lontana estate del 1968 quando il famoso gruppo blues-rock britannico degli Yardbirds suonò il proprio ultimo concerto. La storia degli Yardbirds, però, era destinata a prendere pieghe ancora più interessanti: il gruppo, in effetti, aveva già in programma una tournée in Scandinavia, impegno che non avrebbe potuto essere onorato per via dello scioglimento della band.

Per non mancare alla parola data, però, il batterista della band Jim McCarty e il cantante Keith Relf diedero il permesso al bassista Chris Dreja e al chitarrista Jimmy Page di utilizzare il nome della band anche senza la loro partecipazione per portare a termine il tour scandinavo già previsto

Mancavano, però, alcuni componenti fondamentali della band all'appello per poter pensare di sostenere una tournée. Così, come frontman, venne ingaggiato Robert Plant – cantante già piuttosto conosciuto nella zona di Birmingham nella quale era nato e cresciuto – il quale fece a sua volta il nome dell'amico e collega John Bonham, un talentuoso batterista con il quale Plant aveva già lavorato. 

Sembrava che la formazione fosse al completo ma, all'ultimo, Dreja si tirò indietro per potersi dedicare full time alla propria passione per la fotografia. Rimase, così, un posto vuoto al basso che, però, venne prontamente riempito dal polistrumentista John Paul Jones che, riguardo alla sua entrata nel gruppo, dichiarò:

Stavo vagando da un paio di giorni assonnato per casa, dopo diverse collaborazioni non avevo nulla da fare fino a che mia moglie mi ha detto: "La smetti di trascinarti per casa? Esci di qui, fai qualcosa, cercati una band!". Avevo appena saputo che un musicista con cui avevo precedentemente collaborato, Jimmy Page, cercava un bassista...

Così la formazione potè dirsi definitivamente al completo e presto i quattro partirono alla conquista della penisola scandinava come i New Yardbirds.

Scatto del fotografo Jorgen Angel durante uno dei primi concerti dei New Yardbirds nel settembre del 1968

I più attenti, però, avranno di certo notato che questa formazione provvisoria dei nuovi Yardbirds coincide in tutto e per tutto con quella storica dei grandi Led Zeppelin. In effetti, al termine della serie di concerti che li vide protagonisti, i quattro artisti decisero di portare avanti la loro collaborazione trovandosi un nuovo nome e la scelta ricadde proprio su Led Zeppelin (un gioco di parole nato da una battuta fatta su di loro da Keith Moon, batterista degli Who). 

Prima di partire per il tour, però, i quattro si riunirono al piano inferiore di un negozio di dischi londinese per suonare per la primissima volta insieme. Era il 12 agosto del 1968 e i risultati furono sorprendenti, come dichiarò Page stesso: 

Non mi ero mai sentito così prima di allora e sapevo che eravamo tutti nella stessa barca: indipendentemente da quello che ognuno di noi avesse fatto in passato, non ci eravamo mai trovati in una situazione nella quale tutto era così intenso e profondamente connesso a livello musicale già dal primo incontro.

Ecco, quindi, quali furono i primi passi di una delle band più celebri della storia del rock

Ecco, inoltre, una delle prime canzoni suonate dalla band che, a quanto si racconta, fece scoccare la scintilla fra i musicisti: The Train Kept A-Rollin' (cover di un pezzo degli Yardbirds del 1965 che, a sua volta, era una cover di un pezzo del 1951 del jazzista statunitense Tiny Bradshaw).  

You May Also Like