Quando David Bowie si trasformò in un prigioniero di guerra

david bowie furyo

Nel 1983, David Bowie recitò all'interno di Furyo, un film di guerra giapponese, anche noto come Merry Christmas Mr Lawrence. Ecco quale fu il suo ruolo.

Era il 25 agosto del 1983 quando nel Regno Unito uscì Merry Christmas, Mr. Lawrence del regista giapponese Nagisa Ōshima.

Vi starete forse chiedendo il motivo del fare uscire nelle sale un film natalizio in piena estate. La verità è che il titolo trae in inganno: si tratta, infatti, di una coproduzione britannico-giapponese conosciuta in Europa anche con il titolo di Furyo che in giapponese significa "prigioniero di guerra".

Questo perché il tema principale del film è la guerra come viene illustrata dallo scrittore, attivista politico e prigioniero di guerra Laurens van der Post nel suo libro del 1963 Il seme e il seminatore

Dal trailer del film avrete di certo notato la presenza di un viso molto noto: quello di David Bowie. In effetti, il regista del film, dopo aver visto il Duca Bianco nell'opera teatrale The Elephant Man a Broadway, lo volle assolutamente nel cast.

Dal canto suo, a film finito, Bowie ritenne che la sua performance in Furyo fosse la più credibile fra tutte le sue partecipazioni cinematografiche e apprezzò ampiamente il modo di lavorare del regista giapponese nonostante all'inizio ne era rimasto perplesso.

Infatti, sebbene avesse a disposizione un set sconfinato, durante le riprese Ōshima utilizzava sempre solo alcuni angoli, il che, inizialmente, lasciò dubbioso Bowie. Solo a pellicola conclusa, l'artista si rese contro dell'immenso potenziale di quella scelta. 

Tutto il film è imperniato sulle vicende di quattro sfortunati ospiti di un campo di prigionia giapponese durante la Seconda Guerra Mondiale. Uno di questi è il Maggiore Jack Celliers – interpretato proprio da David Bowie – un ufficiale sudafricano delle truppe britanniche con un temperamento particolarmente ribelle e con un grosso segreto legato al proprio passato da custodire. 

La vigilia di Natale entra in gioco quando Celliers riceve insieme al suo compagno Lawrence – un altro ufficiale britannico che aveva vissuto per diverso tempo in Giappone – una condanna a morte.

I due vengono richiamati nell'ufficio di un sergente che, forse sentendosi più buono per via dello spirito natalizio che aleggia nell'aria, decide di rilasciare entrambi al grido di "Merry Christmas, Lawrence!"

David Bowie in una famosa scena del film

Le disavventure, però, non sono certo finite qui per il coraggioso Celliers. Se non conoscete il resto della storia vi invitiamo a dare un'occhiata al resto del film, non ve ne pentirete.

You May Also Like