L’ultima canzone dei Velvet Underground

Nel 1996 i Velvet Underground vennero introdotti nella Rock & Roll Hall of Fame. Per l'occasione tennero una breve reunion e suonarono un brano nuovo, l'ultimo composto dal gruppo. Lo dedicarono a Sterling Morrison, scomparso poco prima. 

Sterling Morrison nacque il 29 agosto 1942. Il suo nome sarebbe stato fin da giovane associato a quello dell'amico Lou Reed: i due si conobbero all'università e, insieme, contribuirono a cambiare la storia del rock. La svolta avvenne quando Reed scoprì che Morrison suonava il violoncello... La loro sarebbe stata la prima rock band della storia a includere una strumento classico. Così, i due, insieme a John Cale, fondarono i Velvet Underground

Si trattò, all'epoca, di una band spesso ingiustamente sottostimata, che dovette sempre lottare per stare a galla. Nonostante ciò però, i Velvet Underground riuscirono a gettare le basi per gli artisti che li avrebbero seguiti. Pubblicarono album oggi considerati capolavori, come il celebre THE VELVET UNDERGROUND AND NICO

Negli anni Settanta, dopo una carriera di alti e bassi, la band si sciolse. Il primo a lasciare fu Reed, frustrato per gli insuccessi degli ultimi concerti e ormai sull'orlo di un crollo nervoso. Decise quindi di dedicarsi alla carriera solista. Morrison lo seguì poco dopo. Senza nessuno dei membri fondatori (Cale aveva lasciato tempo prima), i Velvet Underground, di fatto, cessarono di esistere

Si riunirono solo negli anni Novanta, quando pubblicarono un album in memoria di Andy Warhol, che per primo aveva creduto in loro, era stato loro manager e aveva disegnato anche l'iconica copertina di THE VELVET UNDERGROUND AND NICO. Alla pubblicazione del nuovo album seguì un tour europeo, che registrò una buona affluenza.

Tuttavia, nel 1995, per i Velvet Underground si spense ogni possibilità di rinascita: il 30 agosto, infatti, Morrison morì di tumore. La voce della band non si era però ancora spenta del tutto. Nel 1996, i Velvet Underground vennero introdotti nella Rock & Roll Hall of Fame. Per l'occasione, Lou Reed, Cale e Maureen Tucker si riunirono e furono chiamati a suonare un'ultima canzone

Così, poco prima dell'inizio della cerimonia scrissero Last Night I Said Goodbye to My Friend ("La notte scorsa ho detto addio al mio amico").

Si trattò di un omaggio a Morrison, che quel giorno, purtroppo, non poteva essere lì con loro. Ma anche a tutti gli altri che avevano contribuito ai Velvet Underground, ma che erano stati portati via troppo presto. Primi tra tutti, Andy Warhol e Nico. Lo ha ricordato John Cale, durante il suo discorso: 

Ci dispiace che il nostro amico e collega Sterling Morrison non sia potuto essere con noi. Questo, naturalmente, è condiviso da altre tre persone. Sterling, Nico e Andy. Questo evento fa capire a tutti i musicisti del mondo che le vendite non sono l'essenza e il fine del rock & roll. La libertà e l'ispirazione artistica sono la pietra angolare del rock & roll.

You May Also Like