Shock rock: il terribile passato di GG Allin

gg allin

Lo conosciamo come uno dei maggiori esponenti dello shock rock e come artista che non risparmiava di certo commenti blasfemi durante le proprie esibizioni più spinte. E se il suo vero nome avesse a che fare con la religione?

Come vi raccontavamo già qualche tempo fa in questo articolo, i confini dello shock rock – e dei suoi esponenti – sono davvero pressoché illimitati. Non solo performance che utilizzano violenza, oscenità e riferimenti apertamente sessuali per risultare di grande impatto sugli spettatori, ma anche costumi di scena particolarmente macabri e perfino esibizioni potenzialmente pericolose per via dell'utilizzo, per esempio, di oggetti infuocati

Uno dei maggiori esponenti di questo particolare modo di stare sul palco è il cantante punk statunitense GG Allin, famoso soprattutto per i propri testi ampiamente provocatori (che trattavano argomenti decisamente controversi quali razzismo, pedofilia e blasfemia) e per le sue esibizioni a dir poco scioccanti. GG Allin spinse lo shock rock a livelli pericolosamente alti con le sue ripetute minacce di suicidio in diretta, con episodi di violenza nei confronti del pubblico per i quali scontò diversi soggiorni in galera e con il proprio autolesionismo praticato dall'alto del palco. 

Un aneddoto piuttosto interessante riguarda il vero nome dell'artista: GG Allin nacque il 29 agosto del 1959 a Lancaster negli Stati Uniti e i suoi genitori decisero di chiamarlo Jesus Christ Allin. Il perché della scelta di un nome tanto importante risiede nelle dichiarazioni del padre che confidò alla moglie che poco prima della nascita del bambino gli era apparso in sogno Gesù Cristo in persona che gli aveva rivelato che il futuro del nascituro sarebbe stato brillante e all'insegna della fede. Insomma, l'ignaro padre di GG Allin non avrebbe potuto fare una previsione meno azzeccata sul futuro del piccolo. 

Da dove venne, dunque, l'idea del nome d'arte GG Allin? Torniamo sempre all'infanzia dell'artista quando il fratello maggiore Merle, non riuscendo a pronunciare correttamente il nome Jesus, lo chiamava spesso "Jeje", soprannome che rimase per molto tempo e che si trasformò in GG quando Allin iniziò a calcare le scene.  

GG crebbe e diventò sempre più attratto dal mondo dello shock rock, tendenza che, però, venne probabilmente ripresa anche da alcuni comportamenti che il padre tenne durante l'infanzia e l'adolescenza del ragazzo: all'epoca la famiglia di Allin viveva in una sorta di capanno in legno senza acqua corrente né elettricità e il padre, un fanatico religioso, era solito minacciare di morte la moglie e i figli arrivando perfino a scavare delle fosse nel seminterrato della loro casa per poi minacciare gli altri membri della famiglia dicendo che li avrebbe seppelliti

Pare, inoltre, che il padre di Allin non concedesse alla propria famiglia di avere contatti con il resto del mondo e che odiasse qualsiasi cosa potesse provocare del piacere. Per espiare le colpe proprie e degli altri membri della famiglia sembra che avesse in mente di compiere una sorta di omicidio-suicidio convinto che, in quel modo, ogni peccato sarebbe stato perdonato e dimenticato. 

Quando la madre, stanca della situazione, decise di firmare il divorzio, il padre iniziò a minacciarla portandole via GG Allin, che all'epoca era solo un ragazzino,  tramite un vero e proprio episodio di rapimento.

Quando, finalmente, la madre riuscì ad ottenere il divorzio, decise di cambiare il nome di GG Allin che da Jesus Christ divenne il più portabile Kevin Michael dato che, proprio per via del nome, il giovane Allin veniva spesso preso in giro dai suoi compagni di scuola. 

Insomma, per quanto estreme, le esibizioni future di GG Allin acquistano maggiore significato se confrontate con la terribile infanzia dell'artista che, probabilmente per via delle numerose mancanze da parte del padre, venne portato a tendenze suicide e violente che si intensificarono durante i propri anni di carriera come musicista. 

You May Also Like