Quando Sandy West e Joan Jett fondarono le Runaways

runaways

Joan Jett, Lita Ford, Sandy West, Jackie Fox, Cherie Currie... E non solo. Come nacque l'iconica band tutta al femminile che conquistò il rock?

Negli anni Settanta la scena musicale era ricca e variegata. Dal rock al progressive, passando per l'heavy metal, c'erano tantissime sfumature da cui trarre ispirazione e ancora molte altre da sperimentare. Insomma, la musica non era solo un hobby, ma uno stile di vita. 

Per questo una giovane adolescente californiana, all'anagrafe Sandra Sue Paravento, voleva svincolarsi della sua immagine da scolaretta per scoprire il rock 'n roll. Aveva già la sua batteria, regalatele all'età di nove anni e a quindici era una fiamma che divampava con la sua musica tra diversi locali, ma senza ancora un riferimento solido. 

Per questo, colei che conosciamo oggi come Sandy West voleva dar voce a una band tutta sua, di sole ragazze. Ma con il tempo, i sogni di una ragazza si scontrarono con le difficoltà dello star system. Come raccontano anche la cantante Cherie Currie e la chitarrista Lita Ford nelle loro autobiografie, le Runaways subirono violenze e abusi da parte dell'egemonia dei discografici. Loro erano giovani, spensierate, interessate solo a divertirsi con la musica e raggiungere il successo, e non rimpiangono nulla, ma non fu facile. 

Ma come iniziò tutto?

Era il 1975 quando una sera Sandy West incontrò il produttore Jim Fowley e gli propose la sua idea sulle rock girls che stava portando in tutta la California del Sud. A soli quindici anni, Sandy sapeva già cosa voleva fare nella vita. Era ambiziosa, naturalmente talentuosa e il suo nome girava già per la California grazie alle sue collaborazioni musicali e ai numerosi produttori con cui aveva già parlato. Jim però fu il primo a darle fiducia e le passò il numero di una chitarrista, Joan Jett. Così, Joan prese un autobus per andare a casa di Sandy e provare delle canzoni da proporre a Jim. Il seguito venne da sé, con la ricerca di un gruppo di ragazze che fossero all'altezza dell'esplosivo duo. 

Cherie fu provinata sulla canzone che avrebbe reso celebre le Runaways, Cherry Bombmentre Lita Ford, che si era presentata per il ruolo di bassista, fu presa come chitarrista principale.

In breve tempo, il feeling immediato che si era creato tra Sandy e Joan si estese al resto del gruppo anche se, pochi anni dopo, quell'equilibrio si sarebbe spezzato. Alla fine degli anni Settanta sorsero infatti delle divergenze creative, per cui Joan voleva spingersi verso il glam/punk rock, mentre Sandy e Lita preferivano restare sull'hard rock/heavy metal. Il 1979 sancì così l'anno di chiusura dei battenti delle Runaways.

Tuttavia c'è sempre stato un legame amicale tra le ragazze, anche solo per tutte le esperienze condivise. Così nel 2006, quando Sandy è morta a soli 47 anni per un cancro ai polmoni, le Runaways ne hanno ricordato il ruolo guida. 

Sandy era una batterista potente ed esuberante, una musicista del calibro di John Bonham, anche se molto sottovalutata. 

You May Also Like