Come sono nati i Fleetwood Mac?

Fleetwood-Mac1

John McVie, Mick Fleetwood e Peter Green sono i padri fondativi dei Fleetwood Mac. Ma come nacque lo storico gruppo che infiammò gli anni Settanta?

Less Is MoreCosì possiamo definire lo stile al basso di John McVie, sobrio, pulito, in grado di incantare i più bei brani firmati Fleetwood Mac. Oggi John è un musicista affermato e con una solida esperienza alle spalle, tra blues rock, droghe, divorzi e anche un cancro al colon che, dal 2013 al 2017 ha segnato la sua vita privata e musicale, fino a essere fortunatamente sconfitto.

Molto tempo prima, nel 1967, la carriera di John decollò verso una nuova direzione, dopo la sua militanza nei Bluesbreaker di John Mayall. Lì, il bassista aveva incontrato il collega chitarrista Peter Green, che aveva preso il posto di Eric Clapton nella band di Mayall. Un gruppo improntato sul blues di Chicago, che affascinava il giovane bassista inglese.

Nel 1967, a Green venne una brillante idea: formare una nuova band. Coinvolse quindi l'amico e il batterista Mick Fleetwood, che era entrato nella band di Mayall da appena due mesi. Per Fleetwood non fu un problema cambiare rotta e accettò all'istante la proposta, mentre McVie ci mise di più, data la storica collaborazione con Mayall e il crescente successo che stava avendo la band. 

In breve, però, quella collaborazione iniziata sotto la Blue Horizon del produttore Mike Vernon diede i suoi frutti nell'aura del blues britannico, tratteggiando il marchio distintivo della band nei suoi esordi degli anni Sessanta.

I Fleetwood Mac si presentarono al mondo con un nome molto originale, con cui Peter Green aveva voluto omaggiare i due amici che lo avevano seguito per primi in questo progetto, unendo i loro cognomi in un twist iconico. Tuttavia, dopo solo due anni e tre album, il fondatore del gruppo, abbandonato anche a un abuso di acidi, lasciò la band che con tanto ardore aveva fondato. 

Da questo momento si dipanarono due blocchi interni. Da un lato il versante più luminoso e cristallino di John McVie, accompagnato dalla voce di sua moglie Christine Perfect, alle tastiere. Dall'altro, il lato più tenebroso e rauco offerto dalla new entry alla chitarra, Lindsey Buckingham, con la voce di Stevie Nicks. Con questa nuova formazione dopo il lascito di Green, i Fleetwood raggiunsero il successo di RUMORS (1977), che vendette 40.000.000 di copie con hit come Dreams e Go Your Own Way

In quell'evoluzione dall'incipit blues a sfumature più pop, John McVie è sempre stato presente. Finché, negli anni Novanta, dopo un percorso di riabilitazione dall'abuso di alcool, John abbracciò la carriera da solista. 

You May Also Like