Wrongonyou ad AmaSanremo: “Mi metto in gioco con Lezioni di volo”

Wrongonyou torna con Lezioni di volo (Carosello Records), il brano con cui concorre alla finale di AmaSanremo!

Ama Sanremo è il contest che permette l’accesso alla categoria nuove proposte di Sanremo 2021. Wrongonyou si ci presenta con Lezioni di volo, canzone scritta e prodotta insieme ad Adel Al Kassem e Riccardo Scirè e che nasce in seguito ad un periodo di profonda crescita personale e artistica che Wrongonyou ha maturato  durante i mesi del primo lockdown, mesi che Marco (vero nome dell’artista) ha dedicato al dialogo con sé stesso.

La naturale conseguenza è stata esprimere attraverso musica e testi questa sua nuova fase di maturità e libertà, convogliati in un brano coinvolgente e contemporaneo, che rafforza ulteriormente l’identità di Wrongonyou, unica nel panorama italiano capace di far coesistere la melodia italiana con le atmosfere folk, ormai un vero e proprio marchio di fabbrica dell’artista.

Nonostante il momento che stiamo affrontando, vissuto dalla maggior parte dei giovani con ansia e una profonda incertezza verso il futuro, il brano è un inno che sprona al coraggio, un invito a lasciarsi andare, a lanciarsi senza timore e con sicurezza per affrontare le esperienze che la vita ci mette di fronte. Un salto da fare da soli o con al fianco la persona che si ama.

Il concetto è espresso alla perfezione nell’immagine di copertina del singolo, realizzata da Valerio Bulla: due trapezisti che per “volare” e sentirsi liberi devono fidarsi l’uno dell’altro, incuranti della paura di cadere.

Conosciamo già la cura che hai per le grafiche dei brani, le ricordiamo bene da Milano parla Piano. A questo proposito volevamo chiederti com’è nata l’idea della copertina di Lezioni di volo e come si vuole legare al brano?

L’idea mi è uscita fuori quando mi hanno detto che serviva assolutamente una copertina per questo singolo, il team che mi segue cerca sempre di far partire l’idea da me così che il progetto sia il più veritiero possibile. Inizialmente mi erano venuti in mente dei volatili, solo che poi mi sono imposto di essere un po’ più romantico e meno boschereccio e allora ho pensato che, siccome la canzone parla tanto di libertà e di affidarsi, l’immagine di due trapezisti che si mettono l’uno nelle mani dell’altro sarebbe stata perfetta. In quest’arte ci si affida molto al partner: c’è quel momento in cui uno dei due lascia il trapezio per afferrarsi ad altre braccia, quindi deve essere cosciente che c’è un’altra persona pronta a prenderlo. Quindi mi sembrava l’espressione più romantica ma allo stesso tempo più veritiera di quello che rappresenta una persona a cui viene detto: “puoi darmi lezioni di volo”.

Wrongonyou arriva alla finale di Ama Sanremo con un bagaglio di esperienze di vita maturate negli ultimi anni, in cui la sua musica gli ha permesso di calcare importanti palchi dei Festival europei e internazionali. Anni in cui la sua identità musicale ha preso forma e si è evoluta dapprima con l’utilizzo della lingua inglese, poi con il coraggio di esprimersi senza filtri nella sua lingua madre, l’italiano. Un’evoluzione premiata da pubblico e critica, che in “Milano parla piano” (il primo album in italiano) hanno riconosciuto al progetto coerenza e una cifra stilistica riconoscibilissima.


You May Also Like