Quando Dave Grohl dedicò un tatuaggio a Lemmy Kilmister

Lemmy-Kilmister-motorhead-39197795-1401-788
Foto via: www.fanpop.com

Una canzone, Ace Of Spades, e un tatuaggio, incorniciano l'amicizia personale e professionale di due icone del rock. Da un lato il pirotecnico Dave Grohl, dall'altro l'eccentrico Lemmy Kilmister, storico frontman dei Motörhead.

Tutto inizia in una folle serata hollywoodiana del 1974. Lemmy Kilmister, reduce dagli Hawkwind, prende in mano il suo basso e compone una canzone leggendaria: Motörhead. Ed è quello il momento che sancisce la nascita di una delle più celebri band heavy metal degli anni Ottanta, capace di catturare i gusti di head banger del metal, punkettari e paladini del rock più puro. Tutti sotto l'ala protettiva di Lemmy, che con la sua voce roca e profonda e l'immancabile cappello, non passa inosservato. Così, accanto alla fedele mascotte Snaggletooth, conduce i suoi uomini verso il successo, aprendo le danze nel 1975.

Passano solo quattro anni prima che il giornalista Geoff Barton definisca la band, insieme a gruppi come gli Iron Maiden e i Def LeppardNew Wave Of British Heavy MetalUna connotazione tutta britannica per stilizzare un genere innovativo e svecchiato che inizia a porre le basi per il futuro thrash metal di Metallica e Megadeth. Non male se pensiamo che lo stesso anno, dall'altra parte del mondo, in Ohio, un bambino appassionato di musica stava crescendo con Lemmy Kilmister come idolo. Stiamo parlando di Dave Grohl

Nel 1980 esce come singolo Ace Of Spadesritenuto dal pubblico e dalla critica uno dei brani più rappresentativi dell'heavy metal. Poco dopo viene inserito nel quarto album omonimo della band, che colleziona un apprezzamento mirifico.

Proprio il celebre asso di picche, proiettato verso un'evocativa partita a poker con la vita, è il simbolo scelto da Grohl per omaggiare la sua icona musicale e grande amico della contemporaneità. Così, poco dopo la morte dell'impareggiabile Lemmy, l'ex batterista dei Nirvana si marchia sulla pelle proprio l'"Ace of Spades", un tatuaggio inestinguibile in una dedica d'ammirazione eterna. E la loro amicizia si è forgiata particolarmente negli ultimi vent'anni, dato che i due hanno iniziato a conoscersi meglio e collaborare nel 2004

L'ccasione è stata la fondazione della band Probot, un gruppo poliedrico sostenuto da talentuosi musicisti di diversi mondi musicali. E Dave, in qualità di frontman, come progetto secondario ai Foo Fighters, ha potuto collaborare con mostri sacri del rock anni Ottanta-Novanta. Tra di loro Lemmy che, quattro anni dopo, nel 2009, avrebbe voluto al suo fianco Grohl come batterista dell'ultimo tour dei Motörhead. Tuttavia le tredici tappe del tour, in sostituzione di Mikkey Dee, furono occupate da Matt Sorum, ex batterista dei Guns N' Roses. A quest'ultimo Lemmy spiegò la sua scelta senza fronzoli... semplicemente perché Dave Grohl non era disponibile. 

D'altronde, tutti i musicisti vicino a Lemmy ricordano come fosse un duro, senza peli sulla lingua. Tra di loro anche Slash, che affermò, nonostante la pericolosità estetica che incuteva Lemmy, come il cantante e bassista fosse un uomo colto, ben educato e compassionevole: un vero gentiluomo.

Così non fatichiamo a comprendere il prezioso rapporto instauratosi tra Lemmy e Dave, che insieme hanno anche collaborato alla cover natalizia di Run Rudolph RunPer non dimenticare il cameo di Lemmy nel video di White Limo dei Foo Fighters. Insomma, quel tatuaggio di Dave Grohl forse ricorderà solo una parte dei Motörhead, ma la sua simbologia ricopre un'intera identità musicale, per abbracciare il rispetto e deontologia di Lemmy. 

You May Also Like