Le emorroidi e Johnny Cash: l’assurda storia di Ring of Fire

Johnny Cash

La storia della musica è costellata di celebri canzoni scelte per spot pubblicitari. Alcune ne hanno tratto vantaggio mediatico, altre ne sarebbero uscite svilite in caso di conferma. Quest'ultimo è il caso di una delle hit di Johnny Cash, proposta per uno strano spot a un anno dalla morte del cantante. 

Alcune canzoni sono talmente preziose da non poter servire il consumismo mediatico. Così accadde per Light My Fire dei Doors, a cui, nel 1968, in assenza di Jim Morrison, l'azienda automobilistica Buick propose $75.000 per usare il brano in uno spot. Tuttavia, non appena Morrison scoprì che i colleghi avevano ceduto all'accattivante invito pubblicitario, stracciò il contratto in modo tale che non si ripetesse una simile proposta. E anche il man in black del country, Johnny Cash, lo avrebbe fatto, se solo la proposta gli fosse arrivata in vita. 

Il cantautore muore infatti il 12 settembre 2003, pochi mesi dopo la storica compagna, June Carter. Il loro amore è celebre per la storia fiammeggiante e turbolenta che lo incornicia, ritratta dal film del 2005 Quando l'amore brucia l'anima - Walk The Lineche valse all'interprete di June, Reese Witherspoon, un Premio Oscar. Il loro percorso romantico si riflette anche su una proficua collaborazione musicale, che diede alla luce, nel 1963, una canzone destinata a scrivere un fondamentale lascito ereditario. 

Si tratta di Ring Of Fireaccompagnata anche dalla scrittura di Merle Kilgore. Il brano trovò dimora nel sedicesimo album del cantante, RING OF FIRE: THE BEST OF JOHNNY CASH, e rimase indelebile nella memoria collettiva grazie alla voce suadente del suo interprete e a quel fascinoso sound dal tocco messicano. Tuttavia la prima registrazione della canzone non appartiene a Johnny, bensì ad Anita Carter, sorella di June, che la incise nel 1962. Cash allora affermò che, se avesse raggiunto abbastanza popolarità, lui l'avrebbe registrata con le sue peculiari variazioni. 

Così avvenne e oggi si contano decine e decine di cover del brano, tra cui quella filmica di Joaquin Phoenix. Tuttavia il pezzo tornò in auge nel 2004, quando Sula Miller, produttrice televisiva della Big Grin Productions, con sede in Florida, chiese di poter usare la canzone per uno spot pubblicitario. Non una richiesta inusuale, dato che Ring Of Fire era già stata precedentemente usata per uno spot della Levi's e per una pubblicità britannica sul cibo speziato. In questo caso, però, l'oggetto in questione era la celebre Preparazione H, usata per la cura delle emorroidi. 

Merle Kilgore trovò la proposta molto divertente e accettò subito, ma lo stesso non avvenne per la famiglia Cash. A prendere le redini fu infatti Rosanne Cash, figlia di Johnny. La donna dichiarò fermamente come una canzone sulla trasformazione dolorosa dell'amore non potesse essere sminuita in chiave ironica e denigratoria. Kilgore non la prese allo stesso modo e ribadì più volte che non intendeva affatto offendere la famiglia Cash, a cui è profondamente legato. 

L'affare, di conseguenza, non è andato in porto e, come volontà di Rosanne, la canzone è rimasta intatta nella sua preziosità evocativa, come testamento generazionale per la famiglia Cash e per tutti gli amanti di Johnny. Sicuramente anche loro non avrebbero colto l'ironia poco raffinata del caso, schierandosi per la preservazione artistica del brano. Alcune perle, come Light My FireRing Of Fire, casualmente in gioco con il termine "fuoco", semplicemente non possono essere toccate. L'unico modo in cui il pubblico può possederle, è celebrandone l'eredità. 

Se sei un appassionato di musica, sei il lettore che cerchiamo. Sul nostro store online puoi trovare i numeri delle riviste Classic Rock, Prog e Vinile. E in edicola? Il 26 febbraio sarà il turno di Classic Rock 100... per le altre uscite rimani sintonizzato! 
You May Also Like