I Foo Fighters e un film horror: cosa bolle in pentola?

Foo FIghters, Just Play, Stonemusic, News

Si vocifera che la band di Dave Grohl sia coinvolta in un inedito e segretissimo progetto cinematografico nato durante il lockdown. Nell'attesa di scoprire qualche nuovo retroscena, stuzzichiamo la curiosità con alcune informazioni e qualche doveroso aneddoto tra rock e cinema horror.

Recentemente la piattaforma Bloody Disgusting ha rilasciato una chicca d'eccezione a tema Foo Fighters. La band, condotta dalle fila di Dave Grohl, Chris Shiflett, Pat Smear, Nate Mendel, Rami Jaffee e Taylor Hawkins sembrerebbe essere coinvolta in una commedia horror. A dirigerla BJ McDonnell, già regista nel 2019 del documentario Slayer: The Repentless Killogy e celebre per l'horror Hatchet III (2013). Questo ha come protagonista un Victor Crowley che sembra affacciarsi al celebre maestro dell'occultismo tanto amato da Ozzy Osbourne e Jimmy Page. Così il nuovo progetto pare riaffiorato dalla latenza del periodo pandemico e gode della produzione della Universal Pictures. Tuttavia Bloody Disgusting non ha rilasciato certezze, solo ipotesi, confermate però da più fonti autorevoli

E la stessa Universal è al centro dell'attenzione odierna per il prossimo film di un paladino dello shock rockRob Zombie. Il cantante e musicista è già celebre per la sua filmografia horror, da La Casa Dei Mille Corpi (2003), a Halloween - The Beginning (2007), fino a 3 From Hell (2019)Così sembra che a maggio 2021 inizieranno le riprese per un film omaggio alla sitcom anni Sessanta The MunsterUn prodotto lanciato all'epoca dalla CBS e conosciuto in Italia come I Mostri - ma non quelli di Dino Risi - che traccia la quotidianità di una famiglia di mostri affini all'immaginario di Frankenstein e Dracula. Il progetto, votato a una commedia dell'orrore, prospetta dunque la stessa portata stilistica del film che potrebbe vedere coinvolti Grohl e compagni. 

Anche questi ultimi, con il loro spirito giocoso, sono i bonaccioni del rock sempre pronti a nuovi progetti. Ricordiamo quando, nel 2014, la band prese parte all'allora celebre Ice Bucket ChallengeUna sfida divenuta popolare tra celebrità del mondo sportivo, musicale e cinematografico, con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sulla malattia neurodegenerativa della SLA. Così da Cristiano Ronaldo, a Tom Cruise, fino a Eddie Vedder, storico frontman dei Pearl Jam, ognuno ha dato il suo contributo, facendosi versare in testa un secchio di acqua ghiacciata. Tuttavia i Foo Fighters si sono distinti per una scelta molto originale e dedicata a uno dei film horror più iconici della storia: Carrie - Lo Sguardo di Satana (1976) di Brian De Palma, tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King

Nel videoclip vediamo riprodotta l'esatta scena finale del film, con Grohl abbigliato per il ballo scolastico come Carrie e il batterista Tony Hawkins al suo fianco nelle vesti di Tommy. I chitarristi Pat Smear e Nate Mendel si occupano invece di far cadere sulla testa del loro frontman il secchio d'acqua, fortunatamente non pieno di sangue come nella pellicola. Tuttavia l'interazione tra scenari horror e comico-grotteschi affiora già nel 2002, quando i Foo Fighters pubblicarono il videoclip di Lowtratto dall'album ONE BY ONE. Qui Grohl e Jack Black, celebre attore comico e musicista del duo rock Tenacious D, vestono i panni di due redneck che passano una serata di bagordi in un Motel. Tra alcool, travestimenti femminili e ammiccamenti erotico-grotteschi, i due si divertono, ubriachi, sulle note della canzone. 

La collaborazione tra i due rocker riecheggia anche nella commedia del 2006 Tenacious D e il destino del rockQui membri dei Tenacious D, Jack Black e Kyle Grass, interpretano due rocker alla ricerca del Plettro Del Destino, per diventare la più grande rock band di tutti i tempi in un'ascesa paradisiaca lungo la Guitarway To Heaven. E tra memorabili cameo, tra cui Ronnie James Dio e Meatloaf, già protagonista del Rocky Horror Picture Show (1975), compare anche Grohl nelle vesti di Satana. Il diavolo quindi ritorna in più sfaccettature, dalla liceale telecinetica di Brian De Palma a un comico e pittoresco costume per Grohl. 

Non sappiamo con certezza se i Foo Fighters si paleseranno in un film horror dalla verve comica, posseduti da un demone durante le prove di registrazione. Tuttavia il loro ultimo album uscito a febbraio 2021, MEDICINE AT MIDNIGHT, è sicuramente un ottimo spunto per rilanciarsi in un'altra prospettiva artistica. E dalla loro parte hanno un esempio cinematografico similare, quando nel 1978 i KISS interpretarono supereroi mascherati in Kiss meets the Phantom of the ParkNientedimeno dunque che eroi vestiti delle loro iconiche maschere contro un inventore malefico. Ecco, forse i Foo Fighters non accoglieranno quello spirito art rock, ma siamo sicuri che faranno scintille. Non ci resta che aspettare. 

You May Also Like